SportNetwork, Reali: “Più forti su Tv ed eventi in un anno di svolta”

Condividi

L’ad della concessionaria di pubblicità SportNetwork presenta le novità del proprio bouquet di mezzi, sempre più articolato e integrato. Le novità ‘televisive’ e quelle riguardanti, brand storici, radio, digital, eventi nell’anno che si chiuderà con i Mondiali di calcio

Il 2022 è partito con buone premesse di crescita per Sport Network, in un anno che per lo sport è stato aperto dalle Olimpiadi Invernali e si chiuderà con i Mondiali di calcio in Qatar. La concessionaria di pubblicità guidata da Aldo Reali si presenta al mercato con un rafforzamento deciso di alcuni dei propri asset strategici. “Il nostro obiettivo è di non porci in maniera conservativa e tradizionale, interpretiamo il nostro ruolo di consulenti puntando su creatività, innovazione, capacità di individuare ed esprimere al meglio i valori di comunicazione delle marche che si affidano alle nostre soluzioni di marketing” sottolinea il manager.

Un circuito di tv nazionale con tre opzioni forti

Sul versante tv Reali sta puntando, usando una metafora calcistica, su un attacco a tre punte. “La nostra offerta televisiva sta andando molto bene. Piace il circuito nazionale 7Gold, di recente entrato in portafoglio, e raccolgono consensi le supertstation areali, le nostre regionali leader: da TeleNorba alle più recenti acquisizioni di TeleCupole in Piemonte, Tele Chiara e TVA nel Veneto, passando per le altre grandi emittenti storiche con Canale 21 per la Campania e il Lazio o Antenna Sicilia e Videolina per le isole e tante altre ancora”. Sono emittenti che, ciascuna nella propria regione, da un punto di vista geografico vanno a coprire l’intero Paese, principalmente posizionate sul canale dieci del telecomando. E Sport Network le mette a disposizione dei brand che vogliono aumentare anche qualitativamente la presenza sui territori, pianificandole in break dedicati alla pubblicità nazionale. “E poi – continua Reali – è in grande sviluppo di risultati e popolarità anche SuperTennis, l’emittente tematica forte sia sul digitale che sulla tv tradizionale, dove è riapprodata anche al 212 di Sky. Può sfruttare il radicamento tra gli appassionati, ma anche la straordinaria forza conquistata sul pubblico più largo grazie ai successi conseguiti negli ultimi mesi dai nostri giocatori. Con Jannik Sinner e Matteo Berrettini in primo piano, ma anche Lorenzo Sonego, Fabio Fognini, Lorenzo Musetti. Con le ATP Finals disputate a Torino, il Next Gen a Milano, la Coppa Davis che è di nuovo un appuntamento critico per i colori Azzurri, il grande appuntamento di Roma all’inizio dell’estate, SuperTennis è una risorsa preziosa, in termini di profili raggiunti, per molte categorie merceologiche”.

Ascolti e profili di pubblico utili per marche e centri media

Il circuito pubblicitario di Sport Network rende complessivamente alla concessionaria tra l’1,5% e il 2% di share in molte fasce orarie. “Siamo in grado di offrire ai nostri inserzionisti proposte commerciali coerenti, sia in libera che suddivise per fasce orarie e per generi (intrattenimento, informazione, sport), mettendo a fattor comune la forza di 7Gold, l’autorevolezza che le nostre superstation regionali hanno ciascuna sul proprio territorio e – nel caso di SuperTennis- nel mondo degli appassionati della racchetta.” Altro punto di eccellenza, secondo Reali, “questi editori raggiungono un pubblico maschile che non è banale e facile incrociare. I centri media – aggiunge – stanno apprezzando la nostra offerta per offrire ai clienti da loro gestiti a costi convenienti un miglioramento della copertura incrementale che altrimenti non sarebbe facile garantire con la stessa efficienza ed efficacia”. Sport Network è convinta di potere assicurare un buon Roi ed anche in questa prospettiva offre, per la prima volta, la possibilità di post valutare le campagne sul reale emesso grazie ad un software di Media Consultant.

Aldo Reali

In questi ultimi mesi Reali ha consolidato il rapporto con i vari editori gestiti: “Ho passato gli ultimi mesi in giro per l’Italia ed ho raccolto, oltre ai rinnovi, anche e soprattutto delle lusinghiere attestazioni di stima dai nostri partner. Penso a riguardo – continua Reali – anche ai ‘nostri’ quotidiani di opinione, che sono Il Giornale, Libero, Il Tempo e Il Fatto Quotidiano”. La concessionaria ha inoltre rinforzato il solido panel di partnership radiofoniche – già presente da 5 anni con Radio Sei, Retesport e Radio Roma Capitale- con gli arrivi di altre importanti radio laziali (Radio Centro Suono, Radio Centro Suono Sport e Radio Rock) tutte per la pubblicità locale. Nelle altre regioni, sempre in ambito locale, viene proposta ai clienti Radio Sportiva (Sardegna, Campania e Puglia). “Questa offerta radiofonica concentrata nel mondo dello sport e della musica rappresenta un’altra leadership a livello locale” sottolinea il manager.

Altro punto chiave, Sport Network può fare valere anche le naturali sinergie e integrazioni con la proposta messa a punto negli esports e quella fatta crescere in questi mesi negli eventi. “L’acquisizione di PG Esports società leader nel mondo degli esports ci consente di offrire al mercato un ‘concentrato puro’ di giovanissimi, uno dei target più preziosi e difficili da raggiungere”. Nel campo degli eventi Sport Network ha inoltre organizzato il primo circuito commerciale di 6 Maratone nelle principali città d’arte d’Italia. A partire da quella di Roma.

Sensibilità per la sostenibilità. Ed il padel…

Sempre sul fronte degli eventi vanno citati Caschi d’oro, Golden Boy, Car of the year, Automotive lab  etc.etc.

“Il nostro impegno è inoltre rivolto ai temi della sostenibilità e della transizione energetica. Un esempio per tutti: ROM-E. Evento che abbiamo organizzato a ottobre dello scorso anno, tra Via del Corso, Piazza San Silvestro e Villa Borghese, con grandissimi partner come Eni, A2A, Acea, BMW, Mercedes, Beghelli, Uni Marconi e tanti altri. Visto il grande successo anche in termini di partecipazione di pubblico, lo ripeteremo anche ad ottobre del 2022”.

In tema sport ed eventi sono in arrivo anche altre novità. “Ci stiamo muovendo nel mondo del padel, che è una disciplina in crescita esponenziale”.

La stampa, i brand sportivi del gruppo? “E’ certamente un anno molto importante per Corriere dello Sport-Stadio, Tutto Sport e Guerin Sportivo, visto che l’agenda degli eventi è piena dei già citati appuntamenti globali. Un anno ricco di opportunità che dobbiamo cogliere sia con la versione offline che la versione online dei nostri grandi brand”.

Forti sull’automotive

Un fronte importante è quello a cavallo tra sport e mercato che chiama in causa l’automotive. “Sul fronte della Editrice Conti – sottolinea Reali – abbiamo fatto il restyling di tutti i siti con grandi riscontri sia commerciali che editoriali. Sul funnel auto siamo leader, grazie alle testate del nostro gruppo con in testa Auto e forti anche della recente e importante acquisizione di AutoScout24, la più grande piattaforma online in Europa per il mercato auto. Comscore ci accredita 4,8 milioni di unique users e 74 milioni di pagine viste. E ci aspettiamo che nel corso di quest’anno le marche dell’automotive tornino a spingere sugli investimenti invogliate anche dalle nostre formule multimediali di vendita dei media da noi rappresentati”.