Luca Bernabei e Andrea Scrosati

Fremantle acquisisce il controllo di Lux Vide. La famiglia Bernabei resta alla guida

Condividi

Accordo raggiunto tra Fremantle e Lux Vide. La casa di produzione fondata da Ettore e Matilde Bernabei nel 1992 entra a far parte del gruppo internazionale che in Italia già opera con FremantleMedia Italia, Wildside e The Apartment, impegnate nell’ideazione e la produzione di programmi televisivi di intrattenimento, serie tv, film e documentari.

Bernabei ceo, Scrosati presidente

In base all’intesa, di cui si parlava già da diversi mesi, Fremantle acquisisce il 70% della Lux Vide, con la famiglia Bernabei che mantiene il controllo del restante 30%. Nel nuovo assetto, Luca Bernabei si conferma come ceo alla guida della Lux, Andrea Scrosati, group coo e ceo Europeo di Fremantle, assume la carica di presidente, mentre Matilde Bernabei diventa presidente onorario e membro del Cda con deleghe.

“Con l’ingresso in Fremantle, Lux Vide conferma la sua storica strategia di internazionalizzazione”, ha commentato Luca Bernabei, rimarcando l’impegno della famiglia nella casa di produzione “come azionisti, come manager, ma soprattutto come punti di riferimento per il nostro team creativo e produttivo”.

“Questa operazione conferma la scelta strategica di Fremantle di investire in Italia, nella comunità creativa di questo Paese e nelle sue eccellenze culturali”, ha commentato Scrosati.

Fremantle recentemente ha anche firmato un accordo quinquennale con Cinecittà per l’affitto di spazi dell’hub romano. Nel nostro paese, ricorda la nota che annuncia l’operazione, Fremantle negli ultimi 5 anni ha investito oltre 900 milioni di euro nel settore della produzione culturale, producendo circa 1600 ore di contenuti originali negli ultimi 3 anni. Le serie, i film e i programmi realizzati in Italia sono distribuiti in oltre 170 Paesi.