Mondadori con Deascuola per l’istruzione del futuro

Condividi

Con l’acquisizione di De Agostini Scuola, conclusa lo scorso dicembre, la Mondadori è entrata anche nel settore della formazione dei docenti attraverso Deascuola, uno dei principali operatori di editoria scolastica in Italia e dal 2013 ente formatore accreditato dal Ministero dell’Istruzione per organizzare corsi di formazione per docenti e scuole di ogni ordine e grado.

Dopo la prima edizione del 2021, dall’ 8 marzo al 22 aprile è in programma la seconda edizione del festival La scuola è: un mese dedicato a docenti e all’intera comunità scolastica per riflettere su nuove metodologie di apprendimento per un futuro più sostenibile che vedrà schierati ben 70 relatrici e relatori e offrirà 33 eventi online gratuiti.

L’ispirazione per questa nuova proposta formativa è il Rapporto Unesco 2021 (https://www.unesco.it/it/News/Detail/1321) che invita a ripensare la scuola come un “contratto sociale per l’educazione” basato sulla piena condivisione degli scopi e sui principi dei diritti umani fondamentali: inclusione, cooperazione e solidarietà, responsabilità collettiva, parità di genere e multidisciplinarietà. Temi divenuti ancora più importanti dopo la fragilità del sistema educativo messa in evidenza dalla pandemia e sui quali si confronteranno esperti di didattica, scienziati, ricercatori, atleti, rappresentanti delle istituzioni per provare a definire come la conoscenza e l’istruzione vadano ripensati per fornire ai cittadini capacità critica e valori in un mondo sempre più complesso e incerto.

FABIOLA GIANOTTI

Molti i nomi di spicco tra i quali la fisica Fabiola Gianotti, direttrice generale del Cern di Ginevra; Maria Chiara Carrozza, presidente del Cnr; la climatologa Serena Giacomin, presidente di Italian Climate Network. Tre enti che figurano tra i partner scientifici dell’iniziativa assieme a Ashoka, AsviS-Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, Sport e Salute-Scuola dello Sport, Global Thinking Foundation, Younicef, #100esperte, Maestri di strada.

MARIA CHIARA CARROZZA

I 33 eventi in calendario prevedono cinque tavole rotonde tematiche, quattro eventi mattutini online per classi e docenti e decine di webinar disciplinari. Il festival può essere seguito in streaming sulla piattaforma festival.deascuola.it (dove si può consultare anche il programma); le cinque tavole rotonde verranno trasmesse su YouTube (in orario 17.00 – 18.30) e sarano dedicate a inclusione, orientamento, parità di genere, innovazione e Stem, educazione civica.