connessioni (pixabay)

Finanza tra sistemi più esposti alla cyberwar

Condividi

L’allarme arriva da uno studio di Bankitalia. Ad esporlo anche la sua apertura ai servizi online

Come dimostrato dal conflitto in Ucraina, anche il web ormai è un vero campo di battaglia su cui combattere le guerre. E, in caso di tensioni geopolitiche fra Stati, il sistema finanziario è particolarmente esposto agli attacchi cyber. L’avvertimento arriva dalla Banca d’Italia, con uno studio dal titolo’Cyber resilience per la continuità di servizio del sistema finanziario’.
Ad esporlo in modo particolare, rimarca l’analisi, curata da Boris Giannetto e Antonino Fazio, è la “sua apertura ai servizi on-line e alla natura transnazionale del cyberspazio”.

Nel comparto finanziario, si rimarca, diventa quindi elevata la necessità di intervenire tempestivamente per prevenire e contenere minacce di natura cyber, “date le interconnessioni che lo caratterizzano”. “Un evento su una singola infrastruttura, se non prontamente affrontato può rapidamente propagarsi all’intero sistema, con impatti da reazione a catena. La diffusione di tecnologie digitali ha ampliato peraltro la superficie dei sistemi esposti a eventi cyber”.