Pietro Labriola (Foto Ansa)

Labriola: TIM leader mercato, accelereremo investimenti Ftth-5G

Condividi

“Siamo i leader di mercato e accelereremo gli investimenti in FTTH, 5G, Cloud e nel mercato digitale. Tim è il primo brand di telecomunicazioni in Italia e tra i più riconosciuti in assoluto”. Lo ha detto – ripreso da Agi – l’amministratore delegato di Tim Pietro Labriola presentando il piano al management del gruppo, in un incontro che ha coinvolto circa 1.200 persone.

“Abbiamo aumentato la copertura a banda ultralarga (UBB), dove siamo arrivati al 94% delle linee attive. – ha aggiunto – Sul 5G i dati OpenSignal del primo semestre 2021 dimostrano come quella di Tim sia la prima rete in Europa in termini di velocità media in download, pari a 296 Mbps. Anche sui datacenter siamo leader di mercato con un’infrastruttura che si estende su oltre 50 km2. Siamo ‘best in class’ sul fronte della tecnologia e del know how: TIM è un attore completo nella connettività verso le imprese e verso il mondo retail, a cui offre anche tutti i diversi servizi a disposizione. Tutte queste caratteristiche fanno di noi il leader di mercato e l’operatore di riferimento nel panorama italiano”.

“Noi ci siamo concentrati sulle risorse e sulle potenzialità inespresse di Tim, sugli obiettivi che si possono raggiungere, su come migliorare i risultati del Gruppo”. “Tim – ha aggiunto – ha asset importanti ma anche molte sfide. Dobbiamo lavorare su obiettivi possibili e ben ponderati, con un focus sulle attività volte a migliorare drasticamente l’efficienza operativa”

“Il settore Enterprise dovrebbe crescere più rapidamente rispetto al resto del mercato, grazie alla sua offerta distintiva. È un comparto che sta crescendo trainato dalla crescente domanda dei clienti di servizi Ict”. “In questo ambito – ha detto ancora Labriola – la nostra strategia è di rafforzare le soluzioni di connettività e Ict, evolvendo verso un’entità integrata: siamo in grado di offrire un portafoglio ampio di servizi end-to-end, sviluppando anche sviluppare più soluzioni interne”.

“Nella trasformazione che abbiamo davanti, ma anche nel day by day, dobbiamo essere efficienti sul piano energetico, utilizzare materiali green, riutilizzare dove è possibile o rimettere in circolo prodotti e materiali in disuso: dal rifacimento di un negozio, alla trasformazione di una sede, fino alla scelta del fornitore”. “Anche la struttura del Gruppo – ha aggiunto – deve cambiare portando equilibrio al rapporto tra uomini e donne nei posti di responsabilità: il nostro obiettivo è di coinvolgere tutte le persone dell’azienda per procedere insieme nella stessa direzione. Fare queste cose è essenziale anche per partecipare alle gare del Pnrr, perché come alcuni di voi stanno sperimentando già da tempo, molte di queste cose sono requisiti dei bandi”.