David Chipperfield (foto Ansa)

Milano-Cortina, di David Chipperfield il progetto per l’Arena di Santa Giulia

Condividi

Forma ellittica con tre anelli metallici flottanti e una facciata ‘attiva’ dove si potranno proiettare testi e immagini. Questo il progetto per la nuova arena di Milano a Santa Giulia che ospiterà le competizioni di hockey maschile in occasione delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026. A curarlo sarà l’archistar David Chipperfield, che nel capoluogo lombardo ha già firmato il Museo Mudec.

Il progetto per l'arena di Santa Giulia (foto Ansa)
Il progetto per l’arena di Santa Giulia (foto Ansa)

Sarà “un edificio iconico, la forma deve essere semplice, classica, che ricorda la tradizionale arena e la geometria chiara”, ha spiegato Chipperfield, a proposito della costruzione che sarà realizzata e gestita dalla società Cts Eventim.
La struttura sarà “multifunzionale, gli interni sono stati progettati per ospitare ogni evento, a partire dalle Olimpiadi, ma anche concerti, gare di pallamano, di ginnastica e pallacanestro, ha spiegato Rainer Appel, vicepresidente esecutivo di Cts Eventim. Dopo i Giochi continuerà a rimanere la struttura più importante in Italia per gli eventi”.

I lavori di realizzazione inizieranno entro la fine di questo anno e termineranno entro l’autunno del 2025.