Anonymous (cco pixabay)

Anonymous hackera stampanti militari russe e lancia messaggi sull’Ucraina

Condividi

Continuano le azioni dimostrative di Anonymous contro la Russia, per la diffusione delle informazioni sulla guerra. Il gruppo GhostSec, parte del collettivo hacker, ha violato centinaia di stampanti governative e militari russe.
L’obiettivo è stampare, da remoto, documenti con lo stesso messaggio: “Questa non è la tua guerra. Questa è la guerra del tuo governo. Mentiamo a fratelli e sorelle. I soldati di alcune unità militari pensano di eseguire attività di formazione” si legge. “Ma quando raggiungono il loro obiettivo, vengono accolti da ucraini che vogliono vendicarsi per la distruzione della loro terra portata avanti dai burattini di Putin”.

Hackerate web cam

A GhostSec, inoltre, si deve l’hacking nei giorni scorsi di 400 webcam visualizzate da organi statali di Mosca e civili. Con la violazione, gli attivisti erano riusciti a mostrare sugli schermi dei computer connessi alle videocamere vari messaggi informativi, servizi sugli effetti dei missili sull’Ucraina e della popolazione in fuga.