Un quarto d’ora di sostenibilità alla settimana. Il nuovo podcast

Condividi

Il primo è Giulio Lo Iacono, coordinatore di ASviS che ha lavorato all’Onu e ha seguito direttamente la nascita dell’Agenda 2030 con i 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile. Nelle prossime settimane a parlare di sostenibilità arriveranno altri ospiti del mondo accademico, istituzionale, dell’impresa e dell’informazione.

Attualità, economia, sociale

Sono questi i protagonisti del podcast ‘Belong – Apparteniamo tutti allo stesso mondo‘. Li intervista Elena Di Giovanni, vice presidente e cofondatrice di Comin & Partners, società di consulenza strategica di comunicazione e relazioni istituzionali che – assieme a Micromegas, che si occupa di comunicazione, produzioni audiovisive e organizzazione di eventi – ha dato vita al progetto.
Il cuore di ‘Belong’ è la sostenibilità. Con una nuova puntata ogni settimana, fino al 13 giugno, il tema viene affrontato incrociando l’attualità con l’economia e il sociale. Parità di genere, digitalizzazione, cultura e mobilità green: sono tanti gli aspetti in cui si declina il contenitore sostenibilità.

È vero che di sostenibilità oggi si parla ovunque. Ma proprio per questo è importante approfondire con interlocutori competenti. Perché il rischio del ‘green washing’ è sempre dietro l’angolo. E perché chiarire che cosa significhino i i tre aspetti della sostenibilità (ESG) è fondamentale per creare valore di impresa.

Sostenibilità e impresa

Spiega Elena Di Giovanni: “Comin & Partners da anni porta avanti un percorso orientato alla sostenibilità e al raggiungimento di un equilibrio tra la massima produttività e il rispetto del pianeta. Abbiamo lanciato il programma We Belong To Sustainability per promuovere la sostenibilità e il bilancio di genere. Il podcast si inserisce in questo tracciato, affrontando in chiave innovativa le tante declinazioni, applicazioni e iniziative che il mondo dell’impresa adotta per agire concretamente in chiave sostenibile”.
‘Belong’ può essere ascoltato su Spotify, Apple Music, Google Music e Youtube.