Ravasio direttore di Marie Claire, Digiglio vice di Elle, Mantaut vice direttore editoriale

Condividi

Hearst Italia ha nominato oggi Manuela Ravasio direttore di Marie Claire, che mantiene la responsabilità del sito come digital director marieclaire.it. Inoltre Barbara Digiglio diventa vicedirettore di Elle mantenendo la responsabilità del sito come digital director di elle.it. Ed Elena Mantaut affianca alla carica di vicedirettore vicario di Elle anche quella di vicedirettore editoriale di Hearst, con delega su Elle e Marie Claire, rispondendo in questo incarico direttamente a Massimo Russo, direttore editoriale e Chief Content Officer delle testate del gruppo, eccettuate quelle della business unit design.

Manuela Ravasio

 Manuela Ravasio comincia a lavorare per Marie Claire già nel 2008 quando, poco dopo la laurea in lettere all’Università degli Studi di Milano, inizia la sua collaborazione con Hearst in qualità di web editor di MarieClaire.it e poi come giornalista praticante proprio nella testata. Parallelamente comincia la sua carriera di freelance e copywriter collaborando con diverse agenzie e brand del settore moda, lifestyle, design e travel. Nel 2017 diventa Digital Managing Editor di Marieclaire.it e dal 2021 è Brand Managing Editor e Digital Director di Marie Claire.

Barbara Digiglio 

 Barbara Digiglio, dopo la laurea in Interior Design alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, entra in Hearst come web editor di marieclaire.it . Nel 2018 è alla direzione digitale di gioia.it a cui segue la nomina di Deputy Managing Editor di elle.it e l’incarico di seguire il lancio digitale del nuovo Elle Weekly. Nel 2019 arriva anche su esquire.it come Digital Managing Editor e nel 2020, affianca il direttore nel lancio della versione italiana di Harper’s Bazaar.  Incarichi che l’hanno portata a ricoprire la carica di Digital Director e Brand Managing Editor per Harper’s Bazaar, Elle, Esquire.

Elena Mantaut è dal 2007 vicedirettore di Elle Italia, dove arriva dopo una lunga carriera giornalistica che la vede professionista dal 1988. Fino al 1999 è stata responsabile delle pagine spettacoli de “Il Giornale”, successivamente, e fino al suo arrivo in Hearst, è stata vicedirettore attualità del settimanale Anna in RCS Mediagroup.