Francesco Gaetano Caltagirone (Foto Ansa)

Generali, lista di Caltagirone per il Cda: Costamagna presidente, Cirinà ad

Condividi

VM 2006, Srl società del Gruppo Caltagirone, ha presentato la sua lista per il rinnovo del cda di Generali all’assemblea del 29 aprile 2022. Come annunciato nei giorni scorsi nell’elenco figurano 13 nomi, a dimostrazione dell’intenzione di prendere la maggioranza dei posti in consiglio, superando la lista del cda uscente, che nelle scorse ore ha presentato i suoi candidati.

Costamagna presidente, Cirinà amministratore delegato

Claudio Costamagna, ex Goldman Sachs, in precedenza presidente di Salini Impregilo e di Cassa Depositi e Prestiti, è indicato come presidente, mentre Luciano Cirinà come amministratore delegato.
Cirinà, ha un’esperienza più che trentennale in campo assicurativo, si legge nella nota che presenta la lista. Nella compagnia dirige da anni tutto l’Est Europa del Gruppo Generali (Cechia, Slovacchia, Ungheria, Polonia, Romania, Bulgaria, Serbia, Slovenia, Croazia + Austria), area geografica che “sotto la sua guida, è quella maggiormente cresciuta negli ultimi anni”.

Nomi e profili dei candidati

Tra gli altri candidati, oltre a Francesco Gaetano Caltagirone, ci sono l’economista Marina Brogi, attualmente membro del cda di MFE MediaforEurope; Flavio Cattaneo, ex ad di Terna, Tim e Ntv; Roberta Neri, ex ad di Enav e in precedenza cfo di Acea.
Nella lista ci sono poi Alberto Cribiore, definito personalità del mondo bancario e finanziario internazionale, già membro del Board of Directors e Chairman Globale di Merrill Lynch, vice Presidente del Citi’s Institutional Clients Group, che “aggiunge competenze in ambito finanziario e di asset management alla lista”; Maria Varsellona, che dal 1° aprile sarà General Counsel Global di Unilever e porta esperienza rilevante ed internazionale in ambito legal, compliance e governance oltre ad una grande esperienza in ambito tecnologico; Paola Schwizer, professore ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari all’Università di Parma e professore affiliato alla SDA Bocconi School of Management di Milano; Andrea Scrosati, attualmente group coo e ceo continental Europe di Freemantle, che, avendo ricoperto ruoli apicali in Sky Italia “porta visione strategica ed esperienza nel mondo dell’innovazione e del digitale”; Stefano Marsaglia, con oltre 30 anni di esperienza in investment banking (Rothschild, Barclays) che è stato Executive Chairman Corporate and Investment Banking di Mediobanca.
Poi Nicoletta Montella, attualmente Responsabile della Funzione Legal e Compliance in NTV, dopo un’esperienza pluriennale precedente in ruoli di responsabilità nella funzione Legale di Tim; Patrizia Michela Giangualano, esperta di governance, presente nei cda di Leonardo, Ferragamo e Saipem, e consulente in ambito di sostenibilità (Esg) e segretaria dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).

Ad eccezione di Caltagirone, nessuno dei candidati è rappresentante di azionisti né collegato ad azionisti, né era presente nel precedente Consiglio di Amministrazione di Generali.

Lista equilibrata, con “un elevato numero di indipendenti”

“I profili selezionati esprimono un complesso diversificato di esperienze, conoscenze e competenze, maturate in contesti organizzativi ed operativi nazionali ed internazionali di pari complessità, in grado di comprendere al meglio attività, prospettive e rischi della Compagnia”, scrive ancora il gruppo.
La lista di candidati è particolarmente equilibrata perché composta da 6 donne e 7 uomini rispettivamente il 46% ed il 54%. La lista si caratterizza inoltre per un elevato numero di Consiglieri indipendenti: l’85% ha infatti le caratteristiche di indipendenza”, sottolinea il comunicato.