Annalisa Cuzzocrea

Basso gradimento dei giornalisti de La Stampa per la vice ‘romana’ Cuzzocrea voluta da Giannini

Condividi

Lunedì 14 marzo, solo 77 giornalisti de La Stampa su 186 aventi diritto al voto hanno partecipato al gradimento per la nuova vicedirettrice Annalisa Cuzzocrea. Precisamente il 41,3% della redazione del quotidiano torinese del gruppo Gedi. Sessantacinque hanno votato sì, cinque hanno votato no, sei si sono astenuti, uno solo ha lasciato la scheda bianca. E’ quanto riferisce Professionereporter.

Gradimento ottenuto quindi dal 34,9% della redazione, anche se in democrazia chi non va a votare compie una scelta e non viene computato nelle percentuali. Quindi, sui votanti Cuzzocrea ha avuto l’assenso dell’84,4 per cento.

Un segnale del malumore che c’è in redazione per il direttore Massimo Giannini, poco presente e poco interessato alle vicende di Torino e Piemonte, che sono il punto qualificante degli interessi dei lettori de La Stampa. L’arrivo di un altro rappresentante romano, e per dì più con la specializzazione in politica ai vertici del giornale, preoccupa i giornalisti de La Stampa che con il voto dì non gradimento hanno lanciato un segnale all’editore.