Alexander Dyukov (Foto Ansa)

La Russia, fuori dagli sport, sogna di organizzare gli Europei di calcio

Condividi

La Russia vuole candidarsi per ospitare gli Europei del 2028, per i quali è in corsa anche l’Italia, o quelli del 2032. E poco importa se il paese al momento è scluso dai maggiori palcoscenici sportivi internazionali, calcio in primis.

Ad annunciare il progetto di candidatura il presidente della federcalcio russa, Alexander Dyukov. “Abbiamo tempo fino al 12 aprile 2023 per presentare domanda. Invieremo a breve la dichiarazione di intenti”.
“La nostra federazione è ben preparata per ospitare competizioni su larga scala, abbiamo una vasta esperienza di successo nello svolgimento di competizioni ai massimi livelli. Naturalmente, siamo pronti per utilizzare i nostri stadi costruiti per la Coppa del Mondo”.

Contatti regolari con Uefa e Fifa

Su come possa essere compatibile l’idea con il bando sportivo, Dyukov ha detto: “Partiamo dal presupposto che la sospensione delle nostre squadre sia a breve termine”, specificando di essere regolamente in contatto con Uefa e Fifa. “La situazione è in evoluzione e al momento abbiamo tempo e ci saranno maggiori informazioni a maggio. Ci auguriamo che la stabilizzazione avvenga entro quel momento, e che venga presa una decisione sul nostro ripristino nel prossimo futuro”.
“Oltretutto, ha concluso, la Uefa non sta intraprendendo azioni attive contro di me, che sono un membro del Comitato Esecutivo: è importante”.