Pace ad UNA. Arduini verso la presidenza con accordo sul consiglio

Condividi

In un clima rasserenato ed unito si va verso la votazione del 30 marzo. In gara 21 candidati per dodici posti in consiglio. In palio, oltre alla presidenza e le vicepresidenze dell’associazione dei consulenti, ci sono anche gli incarichi al Centro Studi e ad Assap Servizi. E poi, da decidere, anche le partecipazioni nelle Audi.

Pace ad UNA. I due candidati alla presidenza, Marianna Ghirlanda e Davide Arduini, hanno annunciato di avere trovato un accordo per garantire continuità e crescita per l’Associazione. Alla base della svolta la decisione di Ghirlanda, ceo DLV BBDO e attuale presidente del Centro Studi di UNA, che ha dichiarato: “In linea con lo spirito associativo e di collaborazione che mi contraddistingue appoggio con favore la candidatura alla presidenza di Davide Arduini con l’obiettivo di mantenere l’Associazione unita e garantire continuità all’eccellente lavoro svolto fino a qui”.

Marianna Ghirlanda_Presidente Centro Studi UNA
Marianna Ghirlanda_Presidente Centro Studi UNA

Arduini, presidente in pectore, ha ringraziato l’altra candidata della fiducia ed ha assicurato: “Il nuovo Consiglio vedrà rappresentate in maniera equa tutte le anime della Comunicazione”.

Davide Arduini, founder di Different

Le condizioni per proseguire il lavoro intrapreso

Il presidente uscente, Emanuele Nenna, ha chiosato: “Era una prova di maturità per l’Associazione, questa, e penso che la soluzione trovata da Marianna e Davide dimostri una volta di più la solidità di questo progetto. Ci sono sfide importanti davanti, non si potrebbero affrontare con un Consiglio diviso, fatto da maggioranza e opposizione. Un Presidente è tanto più forte quanto può contare, come è stato nel mio caso, su un Consiglio forte e unito, e persone di grande valore nelle posizioni chiave fuori dal Consiglio”.

Emanuele Nenna

21 candidati per 12 poltrone. Di base

Ora si va alle votazioni per il consiglio previste per il 30 di marzo in un clima diverso, ma comunque competitivo. I professionisti che si sono candidati sono 21, i posti utili 12. In ‘palio’ in particolare ci sono, oltre alla posizione di presidente, le vicepresidenze, la presidenza del Centro Studi e quella di Assap Servizi. E poi ci saranno da decidere anche le partecipazioni nelle Audi, e le responsabilità dei vari ‘Hub’ settoriali o tematici. L’associazione pare in piena forma. Nelle ultime settimane sono fioccate le nuove iscrizioni, con alcuni rientri importanti, come quello di Havas Milano, e il numero degli associati è salito a quota 235, per un complesso di 330 voti validi potenziali circa.