Volodymyr Zelensky (foto Ansa)

Mosca ordina ai media russi: Non trasmettere l’intervista a Zelensky

Condividi

Quella tra Russia e Ucraina continua a essere anche una guerra di propaganda. L’ente regolatore dei media di Mosca ha avvertito di non pubblicare e di non trasmettere l’intervista del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, rilasciata, da remoto, ad alcuni media russi per la prima volta dall’inizio della guerra. Lo riferisce Sky News ripresa da Tgcom24.

Nei confronti dei giornalisti russi che hanno intervistato il leader ucraino, riferisce il Kiev Independent, sarà inoltre aperta un’indagine. Si tratta del caporedattore di Meduza, Ivan Kolpakov, del caporedattore di Dozhd Tv, Tikhon Dzyadko, dello scrittore e giornalista Mikhail Zigar e del corrispondente di Kommersant, Vladimir Solovyov.

“La Russia non ha paura”

Sulla questione è intervenuto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. “Non abbiamo paura”, ha detto alla Cnn quando gli è stato chiesto di cosa avevano paura la Russia o il Roskomnadzor. “Abbiamo delle leggi in atto ed è molto importante non pubblicare informazioni che equivarrebbero ad una violazione di queste leggi”, ha aggiunto Peskov.