Mfe: nessuna intesa con Prosieben su candidati al Consiglio

Condividi

Il 5 maggio è in programma l’assemblea per il rinnovo del consiglio di sorveglianza. Mfe: nostra posizione arriverà in tempo

Mfe-Mediaset e Prosieben non hanno trovato un’intesa sui tre candidati, tra i quali il presidente, che dovranno entrare nel Consiglio di sorveglianza del gruppo tedesco, del quale la holding tv è ampiamente primo azionista con oltre il 25% dei diritti di voto.

Prosieben “dispiaciuti”

Nella convocazione della prossima assemblea del 5 maggio, Prosieben ha fatto sapere che il Cds ha approvato i candidati scelti da tempo ma “ha anche offerto all’azionista MFE-MediaForEurope di proporre un proprio candidato”, chiedendo in cambio il supporto di Mfe ai candidati proposti, con il Biscione che “ha respinto questa proposta”, elemento sul quale il gruppo tedesco si dice “molto dispiaciuto”.

“Nessuna volontà da parte di Mfe di fare polemica”, ribatte un portavoce di Mfe-Mediaset, aggiungendo che “faremo conoscere le nostre posizioni in tempo per l’assemblea nell’interesse di tutta la società e di tutti gli azionisti”.
Secondo le norme tedesche, Mfe ha tempo fino al 20 aprile per poter presentare propri candidati.