La firma della accordo tra Polizia Postale e Sole 24 Ore

Crimini informatici: accordo tra Polizia Postale e Gruppo 24 Ore

Condividi

Prevenzione e contrasto dei crimini informatici che hanno per oggetto i sistemi e i servizi informativi di particolare rilievo per il paese. Sono gli obiettivi dell’accordo siglato a Roma tra Polizia di Stato e Gruppo 24 Ore.
Firmata dal Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato Daniela Stradiotto, e dall’ad dell’editrice Giuseppe Cerbone, la convenzione rientra nell’ambito delle direttive impartite dal Ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione alla criminalità informatica attraverso la stipula di accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali.

Attraverso il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC), spiega una nota, a Polizia Postale e delle Comunicazioni è quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della rete informatica delle strutture di livello strategico per il Paese.

La struttura risulta quindi essere uno strumento necessario di collaborazione e di condivisione delle informazioni su tutto il territorio nazionale.

Alla firma della convenzione erano inoltre presenti per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il Dirigente Generale Antonio Borrelli e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Ivano Gabrielli. Mentre per il Gruppo 24 ORE Tim Price, Direttore Tecnologie Informatiche e Vittorio Vignati, Responsabile Infrastrutture IT e Networking.