Mick Jagger firma il ‘tema’ della serie Apple Original ‘Slow Horses’

Condividi

Mick Jagger ha co-scritto, registrato ed eseguito il tema per l’attesissima serie Apple Original “Slow Horses”, con il compositore nominato all’Oscar Daniel Pemberton.

Il nuovissimo brano, intitolato Strange Game, riporta Adnkronos, sarà pubblicato il primo aprile via Polydor Records / Universal Music in concomitanza con la prima della serie “Slow Horses”, che sarà presentata in anteprima mondiale su Apple TV+ con i primi due episodi il prossimo venerdì 1 aprile. Basato su una serie di acclamati libri di Mick Herron e interpretato dal vincitore del premio Oscar Gary Oldman, “Slow Horses” segue una squadra di agenti dei servizi segreti britannici che servono in un dipartimento dell’MI5 – Slough House alla periferia di Londra.

Oldman interpreta Jackson Lamb, il brillante ma irascibile leader delle spie che finiscono a Slough House a fine carriera a causa dei loro errori. La serie in sei parti vede anche Kristen Scott Thomas, Jonathan Pryce, Olivia Cook e Jack Lowden.

Contagiosa e densa di atmosfere, la title track Strange Game cattura le premesse della serie e il surreale mondo di spionaggio in cui si trovano i personaggi principali. Sostenuta dalla voce potente di Jagger, la sigla, fa riferimento a elementi della colonna sonora originale dello show e comprende sia il sound design contemporaneo e stravagante che delicati arrangiamenti di pianoforte. Jagger e Pemberton hanno creato un tema che non solo è immediatamente iconico, ma che fa anche abilmente riferimento a molti aspetti delle molteplici storyline dello show. “Lavorare con Mick Jagger è stata una delle collaborazioni più emozionanti della mia carriera professionale. Penso che siamo riusciti a creare un tema incredibilmente unico e originale e non vedo l’ora che il resto del mondo lo ascolti”, ha confessato Daniel Pemberton

Il regista della serie James Hawes aggiunge: “abbiamo sempre voluto una canzone che desse il tono allo show e c’era solo un nome nella mia mente, Mick Jagger. Sentire il brano per la prima volta è stato assolutamente emozionante. Il testo e la performance di Mick hanno totalmente inchiodato l’atmosfera di Slow Horses, con tutto l’umorismo e la spavalderia che avevo sognato”.