Pietro Labriola, Mario Rossetti e Dario Scannapieco

Rete unica, in arrivo memorandum Tim-Cdp per unione asset con Open Fiber

Condividi

Tim e Cdp, socia al 60% di Open Fiber e con poco meno del 10% del gruppo tlc guidato da Pietro Labriola, stringono sulla Rete Unica con l’obiettivo di arrivare nel giro di un mese alla firma di un Memorandum of understanding per unire gli asset di rete delle due società.

Secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, scrive Ansa, la prossima settimana è prevista la sigla di un accordo di riservatezza (Non disclosure agreement) col quale Tim e Cassa Depositi e Prestiti si impegneranno a verificare modalità e tempistica di una integrazione della rete del gruppo di tlc con quella di Open Fiber.

I dubbi della Borsa sull’offerta di Kkr

Entro il 4 aprile poi il Cda di Tim attende da Kkr indicazioni sul prezzo (0,5 euro) di una eventuale opa e su una due diligence confirmatoria. Il titolo Tim intanto, dopo la recente corsa, ha frenato in Borsa anche per l’idea che alla fine un’offerta da Kkr potrebbe non concretizzarsi.

(Nella foto, da sinistra: Pietro Labriola, ad di Tim, Mario Rossetti, ad di Open Fiber, e Dario Scannapieco, ad di Cdp)