Al centro, da sinistra Chris Smalls e Jason Anthony, organizzatori del voto (Foto Ansa)

Amazon: a New York il primo sindacato dei lavoratori

Condividi

I lavoratori di Amazon del centro logistico JFK8 di Staten Island hanno votato 2.654 a 2.131 a favore dell’adesione a un sindacato, diventando il primo centro sindacalizzato del gigante dell’eCommerce negli Stati Uniti.
La sede di Staten Island è la più grande di Amazon a New York. Erano 8.325 i lavoratori con diritto di voto. I risultati del voto devono ancora essere formalmente certificati dal National Labor Relations Board (NLRB).

Salari, pause e vacanze tra le richieste

Dopo il voto a favore della nascita dell’Amazon Labor Union (ALU), i lavoratori di Staten Island potrebbero sfidare l’attuale modello di lavoro dell’azienda, spina dorsale delle spedizione di due giorni Prime. Alcune delle richieste riguardano anche aumenti dei salari, pause e vacanze più retribuite.

Un portavoce di Amazon ha detto che l’azienda è delusa dal risultato e ritiene che avere una relazione diretta con l’azienda sia la scelta migliore per i dipendenti. Il portavoce ha detto che Amazon sta valutando le sue opzioni, tra cui il deposito di obiezioni basate su un’influenza inappropriata e indebita da parte del NLRB.

(Nella foto Ansa, al centro, da sinistra Chris Smalls e Jason Anthony, tra gli organizzatori dell’iniziativa)