Maxim Levin (Foto Ansa)

Ucraina, trovato morto il fotoreporter Maxim Levin

Condividi

Il fotoreporter ucraino Maxim Levin è stato trovato morto. Lo riporta l’Ukrainska Pravda. Levin era scomparso dal 13 marzo dalla prima linea vicino a Kiev, nel distretto di Vyshhorod dove stava riprendendo i combattimenti.
Secondo quanto riportato da LB.ua, la testata per cui Levin lavorava, il corpo è stato trovato il primo aprile vicino al villaggio di Huta Mezhyhirska nella regione di Kiev. Accompagnato da Oleksiy Chernyshov, militare ed ex fotografo, il reporter era arrivato nella zona per documentare le conseguenze dell’aggressione russa.

Levin, nato nel 1981, aveva collaborato con un gran numero di testate ucraine e internazionali, tra cui Ap e Reuters, e la gran parte dei suoi progetti erano dedicati alla guerra in Ucraina. Si era dedicato a diversi progetti a scopo umanitario, legati a organizzazioni internazionali come Oms, Unicef e Osce.