Via libera della Corte Conti come External Auditor dell’International Telecommunication Union

Condividi

La Sezione di controllo per gli affari comunitari e internazionali della Corte dei conti ha approvato la relazione 2020 sui Financial Statements, e il relativo certificate, dell’International Telecommunication Union (ITU), l’agenzia Onu specializzata nel settore delle telecomunicazioni.

Le modalità di svolgimento, da parte della Corte dei conti italiana, delle funzioni di External Auditor di diverse organizzazioni internazionali – anche dell’Onu – costituiscono per l’Istituto una conferma della sua autorevolezza in campo internazionale, avvalorata dall’estensione del suo mandato sull’Itu anche per l’esercizio 2021.

La relazione contiene undici raccomandazioni su temi di specifica importanza, una “questione di rilevanza” (emphasis of matter) e un “parere con riserva” (qualified opinion). È necessario – ha rilevato la Corte – rafforzare i controlli interni nei settori permeabili a potenziali irregolarità, come gli acquisti ed il personale. Sul primo, va posta attenzione sulle procedure di acquisto – con revisione del relativo manuale – e sui rischi legati alla frammentazione dei contratti ed ai rinnovi automatici degli stessi.