Musk compra il 9% di Twitter e mette le ali al social in Borsa

Condividi

Con un investimento da oltre 2 miliardi di dollari, l’imprenditore è entrato nel capitale del social

Che Elon Musk avesse un debole per i social, in particolare per Twitter, era cosa nota. Ora l’imprenditore, ceo di Tesla, è entrato nel capitale del sito di microblogging con una partecipazione, comunicata dalla Sec, pari al 9,2%.
Il miliardario, attraverso ‘Elon Musk Revocable Trust’, detiene 73.486.938 azioni di Twitter, acquistate con un investimento da 2,8 miliardi di dollari, circa, stimata in base al prezzo di chiusura della Borsa di venerdì scorso.
La notizia ha messo le ali al titolo del social che, nella contrattazioni pre mercato, ha toccato un +26%.

Pochi giorni fa, il miliardario aveva annunciato di nutrire “un serio pensiero” alla costruzione di un nuovo social, accusando l’azienda di minare la democrazia non aderendo ai principi di libertà di parola.

Cinguettii che agitano il mercato

Musk, che è l’uomo più ricco del Pianeta, è un gran frequentatore di Twitter, dove il suo account registra ben oltre 80 milioni di ‘follower’. Non solo: i suoi tweet hanno spesso provocato polemiche e turbolenze di mercato. Basti pensare a quando ha lanciato un sondaggio per sapere se vendere o meno una parte delle sue azioni in Tesla.

Nel 2019 Musk aveva accettato di far pre-approvare dalla Sec i suoi tweet direttamente legati al business del produttore di veicoli elettrici. Salvo poi fare marcia indietro e chiedere qualche settimana fa a un giudice di New York di annullare l’accordo con il regolatore, sostenendo attraverso il suo avvocato che la Sec stia cercando di “molestare Tesla e mettere a tacere il signor Musk”.