La Ragione sceglie OPQ per la raccolta pubblicitaria

Condividi

La Ragione – leAli alla libertà, nuovo quotidiano d’opinione d’ispirazione liberaldemocratica ed europeista nato lo scorso 2 giugno e diretto da Fulvio Giuliani e Davide Giacalone, sigla con OPQ (Organizzazione Pubblicità Quotidiani S.r.l.) una partnership per la gestione della raccolta pubblicitaria in Italia. L’accordo, spiega una nota, ha decorrenza da aprile 2022 e si estenderà fino al 31 dicembre 2023.

OPQ, la concessionaria guidata da Stefano Fraschetti, joint venture tra il gruppo Sesaab (Editore de L’Eco di Bergamo, La Provincia di Como, Lecco, Sondrio) ed Editoriale Bresciana (Giornale di Brescia) si occuperà della vendita sull’intero territorio nazionale di spazi pubblicitari sul quotidiano e di eventuali inserti e supplementi, anche digitali. OPQ sarà partner de La Ragione nell’ideazione di progetti speciali e innovativi per contribuire alla costruzione di un percorso di crescita in linea all’iniziativa editoriale del quotidiano.

Fulvio Giuliani

“L’accordo con OPQ rappresenta un ulteriore passo avanti per La Ragione. A meno di un anno dalla nascita del quotidiano, la partnership con un player di riferimento come OPQ ci permetterà di ampliare la nostra presenza sull’intero territorio nazionale e lavorare a progetti su misura, anche digitali, per i nostri stakeholder. Lavoreremo in sinergia per continuare a perseguire i nostri obiettivi di crescita.”, commenta il direttore de La Ragione Fulvio Giuliani.

“Siamo molto contenti di questo nuovo rapporto con un editore solido e con una testata diretta da due giornalisti così importanti. Ciò ci permette di allargare ulteriormente e consolidare il nostro perimetro. Ci prepariamo ad affrontare questa nuova avventura particolarmente sfidante con grandissimo entusiasmo, sicuri di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.”, dice Stefano Fraschetti, Amministratore Delegato di OPQ.