Parte il Festival internazionale del giornalismo con 600 ospiti

Condividi

Si apre oggi, a Perugia, la sedicesima edizione del Festival internazionale del giornalismo. Oltre 600 speaker provenienti da tutto il mondo per 240 incontri, tra tavole rotonde, interviste, presentazioni, serate teatrali che proseguiranno fino a domenica 10. Tra i temi forti di questa edizione, la situazione in Ucraina e degli scenari di guerra di Yemen e Afghanistan, l’emergenza climatica, inclusione, immigrazione e accoglienza e la pandemia che per due anni ha tenuto fermo il festival internazionale di Perugia.

Tra gli ospiti in programma, i ministri Roberto Cingolani (Transizione ecologica) e Enrico Giovannini (Infrastrutture), entrambi attesi a Perugia venerdì, Rana Ayyub, giornalista indiana più volte vittima di massicce campagne di odio online, Stella Morris, avvocato e compagna di Julian Assange, fondatore di Wikileaks (sabato 9). E poi ancora Zero Calcare con Valerio Mastandrea, Propaganda Live, Roberto Saviano (tutti sabato), il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri, che parlerà di mafie d’Europa ai tempi della pandemia.