Twitter (foto Ansa)

Twitter testa la modifica ai post. Ma non per l’effetto Musk

Condividi

Il team del social ufficializza il progetto per l’edit button. “Non abbiamo avuto l’idea da un sondaggio”

Forse sarà direttamente l’effetto Musk, o non solo, ma il team di Twitter ha confermato che presto arriverà la tanto attesa funzione di modifica dei post.

Test in Twitter Blue

“Ora che tutti se lo chiedono sì, stiamo lavorando su una funzione di modifica dall’anno scorso e non abbiamo avuto l’idea da un sondaggio”, ha scritto il team, con un chiaro riferimento alla domanda lanciata nelle scorse ore da Musk sul suo profilo sull’edit button, che ha registrato più di 4 milioni di risposte, con oltre il 70% di sì.

Nei prossimi mesi cominceranno dei test Avvieremo dei test, “per capire cosa funziona e cosa no”, nel programma Twitter Blue prevede il pagamento di un canone periodico per accedere a opzioni aggiuntive del social prima che vengano diffuse ampiamente, così come a contenuti esclusivi prodotti da vip e influencer.

Allo studio da tempo, con i dubbi di Dorsey

Jay Sullivan, vicepresidente dei prodotti di consumo di Twitter, ha affermato in una serie di post che l’editing è “la funzionalità Twitter più richiesta negli anni”. L’azienda ha esaminato come abilitare la modifica “in modo sicuro sin dal 2021, valutando aspetti come i limiti di tempo, i controlli e la trasparenza su ciò che è stato modificato. Il pulsante potrebbe essere utilizzato in modo improprio per alterare il dibattito. Proteggere l’integrità della conversazione pubblica è la nostra massima priorità”.

L’ex ceo, Jack Dorsey, in passato si era dimostrato riluttante ad aggiungere una funzionalità del genere. Nel corso del 2018 , il manager aveva espresso preoccupazione per il fatto che un pulsante di modifica avrebbe permesso agli utenti di cambiare il significato di un tweet dopo averlo condiviso. Più tardi, nel 2020, si era spinto con il dire che la funzione non sarebbe mai arrivata su Twitter, non sotto la sua guida.