Emiciclo Parlamento europeo a Strasburgo (Foto Ansa)

Ue, via libera dall’Europarlamento a Digital Act su trattamento dati

Condividi

Via libera del Parlamento europeo al Data Governance Act. Il testo è stato approvato con 501 voti favorevoli, 12 contrari e 40 astensioni. L’Atto sulla governance dei dati (Data Governance Act – Dga), concordato con il Consiglio nel novembre 2021, mira ad accrescere la fiducia dei cittadini nell’intensificazione della condivisione dei dati, creare nuove norme Ue sulla neutralità dei mercati dei dati, favorire il riutilizzo di alcuni dati detenuti dal settore pubblico e creare spazi europei dei dati in settori strategici.

Durante i negoziati con i ministri Ue, il Parlamento ha ottenuto che non ci fossero scappatoie per permettere agli operatori dei Paesi non-Ue di abusare del sistema, rafforzando le disposizioni sulla fiducia e sull’accesso equo, oltre a requisiti precisi per stabilire quali servizi rientreranno nel campo di applicazione delle nuove regole”, si legge in una nota dell’Eurocamera, ripresa da Ansa.

Fiducia ed equità nell’economia dei dati

Il testo dovrà ora essere adottato formalmente dal Consiglio Ue ed entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. “Il nostro obiettivo con il Dga è quello di porre le basi per un’economia dei dati di cui le persone e le imprese possano avere fiducia. La condivisione dei dati può svilupparsi solo se fiducia ed equità sono garantite, stimolando nuovi modelli di business e l’innovazione sociale”, ha dichiarato la relatrice Angelika Niebler, europarlamentare del Ppe.