Sabato, domenica e lunedì. Anche la guerra è di scena

Condividi

Un film ‘preveggente’, uno spettacolo made in Kiev, un intervento dalla Svizzera sui profughi: l’Ucraina entra nel palinsesto del weekend. Assieme al ricordo di Vittorio Gassman e alle chiacchiere di Lella Costa.

Gassman, sulla strada dei ricordi

Apre sabato e a Roma si potrà visitare fino al 29 giugno, il giorno in cui – 22 anni fa – il mattatore moriva. La grande mostra organizzata da C.O.R. su Vittorio Gassman prende il via all’Auditorium Parco della musica e toccherà poi diverse città non solo italiane, per ricordare il centenario dell’attore, nato il 1° settembre 1922. Fra i moltissimi materiali in esposizione – fotografie, video, testimonianze del cinema, del teatro, della tv – anche la Lancia Aurelia che Gassman (pessimo pilota nella realtà) guidava nel ‘Sorpasso’.

Lella Costa e Serena Sinigaglia

Lella a colazione

In scena al Carcano di Milano fino al 14/4 con ‘Se non posso ballare… non è la mia rivoluzione’, sabato mattina Lella Costa intrattiene il pubblico dialogando con la condirettrice del teatro Serena Sinigaglia. È questo il primo di un ciclo di ‘Incontri a colazione’ organizzati dal Carcano con la Cascina Cuccagna e il bar ristorante Un posto a Milano: occasione per chiacchierare insieme, spettatori e attori. Il tema della colazione di sabato sono le donne, grandi protagoniste dello spettacolo di Lella.

Francesco Saias

Piccola grande storia

Ogni sabato e domenica, da questo fine settimana al 14 maggio, su DeAKids va in onda ‘Le Cose Che…storia. I fatti degli ultimi 20 anni che nessuno ha il coraggio di raccontarti’produzione originale KidsMe, in collaborazione con Loft Produzioni e il ‘Fatto Quotidiano’. Con la conduzione di Chiara Fabiano e Francesco Saias, il programma racconta al giovane pubblico gli eventi e protagonisti degli ultimi 20 anni, dalle Torri Gemelle alla Brexit, da Obama al Papa.

Carla Del Ponte

Odissea nella giustizia

Domenica a Locarno termina la decima edizione degli Eventi letterari Monte Verità. A concludere la quattro giorni di incontri e spettacoli dedicati quest’anno alle ‘Nostre odissee’ sarà Carla Del Ponte, la ex magistrata che è stata procuratore del tribunale penale per l’ex Jugoslavia e che si è anche occupata del genocidio in Ruanda. La Del Ponte parlerà di giustizia internazionale, di migrazione, di odissee contemporanee.

Acrobazie da Kiev

Sabato e domenica al Teatro Arcimboldi di Milano, si esibiscono gli artisti ucraini del Circus-Theatre Elysium di Kiev, fondato nel 2012. Sono 30 acrobati, ginnasti, ballerini arrivati dall’Ucraina che raccontano icon danze, musica, acrobazie ‘Alice in Wonderland‘. Il gruppo era arrivato in Italia poco prima che scoppiasse la guerra, e in segno di solidarietà diversi teatri stanno ora organizzando per loro serate, così da far proseguire la tournée italiana.

Ucraina dopo la guerra

Per tre giorni, a partire da lunedì, nelle sale aderenti al circuito Wanted, torna in programmazione ‘Atlantis’. Il film del regista ucraino Valentyn Vasjanovyč aveva vinto il premio Orizzonti alla Mostra di Venezia e l’anno scorso è stato candidato agli Oscar. ‘Atlantis’, girato in tempi ancora lontani dalla guerra, nel 2019, è ambientato in un futuro prossimo nell’Ucraina orientale, che si immagina ormai deserta dopo essere stata vinta e distrutta dalla Russia.