Top giornalisti social. Scanzi sempre in testa, poi Tosa e Mentana. Boom video

Condividi

Nella classifica Sensemakers di marzo, la guerra in Ucraina catalizza l’attenzione degli utenti

Il mese di marzo vede ancora Andrea Scanzi in vetta alla classifica dei Top 15 giornalisti elaborata da Sensemakers in collaborazione con Primaonline. Il giornalista aretino, nonostante nel confronto mese su mese registri un calo nelle interazioni, vede dall’altro lato una crescita del 194% sulle visualizzazioni video.

Il ‘quasi matrimonio’ di Berlusconi

Il video più visualizzato è una ripresa girata durante il “quasi matrimonio” tra Silvio Berlusconi e Marta Fascina. Nel video accanto ai festeggiati vengono ripresi il fratello di Berlusconi, Paolo e gli amici Fedele Confalonieri, Gianni Letta ecc., a cui Scanzi accompagna il proprio commento.

Va segnalato che per la prima volta da inizio rilevazione il direttore di TG La7, Enrico Mentana, presenta un dato di videoviews, collezionato grazie alla pubblicazione di un video, anticipazione dello straordinario reportage da Kharkiv di Francesca Mannocchi, andato in onda durante lo speciale di TG La7 del 3 marzo.

Crescono Di Marzio e Saviano

Anche Gianluca di Marzio e Roberto Saviano registrano una crescita nel dato delle video views, rispettivamente +670% e +50%. I video più visualizzati sono per il giornalista sportivo un video girato durante la conferenza stampa dell’Ancona calcio, durante la quale il club ha ufficializzato il passaggio delle quote di maggioranza della società dall’attuale proprietario di origini malesi Tiong, mentre per il secondo un repost del video di Arnold Schwarzenegger che ha lanciato un appello a Putin e ai russi che vivono o combattono in Ucraina.

I nuovi ingressi

Va inoltre segnalato l’ingresso in classifica di due volti nuovi. Quello di Gabriele Parpiglia, giornalista e autore dello show il Punto Z, condotto da Tommaso Zorzi. E quello di Toni Capuozzo, giornalista e inviato di guerra.
Entrambi si aggiudicano una posizione all’interno del ranking di Sensemakers grazie alla condivisione di contenuti inerenti al conflitto in Ucraina. Mentre per Capuozzo il post che raccoglie più interazioni è una disamina su un’eventuale resa dell’Ucraina, per Parpiglia il più performante è un video che riprende il saluto tra un bambino e il padre, chiamato a difendere il suo Paese.

Tosa in vetta per post più performanti

All’interno del ranking dei best post, a differenza di quanto visto per le altre classifiche, la guerra rimane l’argomento principale: otto post su dieci infatti trattano questo tema.

Anche nel mese di marzo Lorenzo Tosa con 5 post su 10. Il tema principale trattato dal direttore di Nextquotidiano è il conflitto che sta coinvolgendo l’est Europa: i post non trattano notizie di cronaca, ma riportano le parole di alcuni personaggi pubblici su questa triste vicenda come Luciana Littizzetto, che durante la puntata di ‘Che Tempo che fa’ ha letto una commovente “lettera al soldato”, di Flavio Insinnia che nel bel
mezzo di una puntata di ‘l’Eredità’ ha espresso il suo parere in merito al riarmo del Paese.

Classifica_Giornalisti_bestperformingpost_MAR20221

Andrea Scanzi conserva una sola posizione all’interno della Top 10, la settima, grazie a un post pubblicato su Facebook in cui esprime solidarietà a Fedez. Il rapper recentemente ha pubblicamente annunciato la sua malattia, ciò non ha frenato gli haters a ironizzare sulle sue lacrime. Il giornalista commenta questa vicenda con queste parole: “La barbarie di questo paese è ormai fuori scala”.

Le novità

Vanno poi segnalati alcuni volti nuovi anche all’interno del ranking dei Best Performing Post: Salvo Sottile con la condivisione di un video commovente che riprende una bambina ucraina cantare ‘Let it go’ (Frozen) dall’interno di un bunker, ed Emilio Mola, Roberto Saviano e Federica Masolin, i primi due con contenuti relativi alla vicenda Ucraina, e la Masolin grazie allo scatto che la ritrae negli studi di Sky per il secondo GP di Formula 1.

NOTA-METODOLOGICA_Classifica_Giornalisti