Lavoro ibrido, cloud e sostenibilità: le linee guida Microsoft

Condividi

L’azienda fa il punto sul piano d’investimenti da 1,5 miliardi.

“Tecnologia per rispondere, rilanciare e reimmaginare”, è questo il messaggio al centro dell’evento virtuale ‘Ambizione Italia: Digital Innovation Summit‘, durante il quale Microsoft Italia ha fatto il punto sul proprio piano quinquennale da 1,5 miliardi di dollari di investimento in tecnologia e formazione a supporto della trasformazione digitale del Paese. Come riporta Adnkronos, il colosso dell’informatica ha tracciato le linee guida per cogliere le opportunità del Pnrr: lavoro ibrido per valorizzare il capitale umano, cloud intelligente per ripensare la creazione di valore e sostenibilità per promuovere una crescita più inclusiva.

Seguendo queste tre direttrici si sviluppa l’impegno di Microsoft per sostenere l’innovazione delle aziende pubbliche e private oggi alle prese con importanti priorità: sicurezza, nuovi modelli di lavoro e discontinuità della supply chain. La risposta trasversale è il Cloud Computing, un mercato in crescita che in Italia nel 2021 ha raggiunto i 3,84 miliardi di euro (+16% – Politecnico di Milano) e che può generare un extra-Pil pari a 20 miliardi al 2025 (The European House Ambrosetti). L’impegno di Microsoft si muove allora in questa direzione, con una piattaforma Cloud in grado di approcciare le esigenze di diverse industry e con il vantaggio di beneficiare di 20 miliardi di dollari in R&D e 1 miliardo di investimenti all’anno in Cybersecurity.

Via al vademecum sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

In questo quadro, Microsoft ha confermato l’impegno a supporto delle imprese di ogni dimensione e settore per trasformare la complessità in opportunità attraverso il digitale. Fondamentale il ruolo delle alleanze. Facendo squadra con player come Poste Italiane, PwC, Reale Mutua, Unicredit e Vodafone, Microsoft intende aiutare le aziende italiane a cogliere il potenziale del Pnrr e in particolare accelerare la digitalizzazione delle pmi, motore chiave del sistema economico italiano. Mettendo a fattor comune tecnologia e servizi, formazione e competenze per una crescita sostenibile, Microsoft e le aziende partner accompagnano attraverso offerte e programmi congiunti anche le realtà più piccole in un processo volto a migliorare produttività, resilienza e sostenibilità, promuovendo un impatto positivo per l’economia e la società.

Particolare attenzione al ruolo della tecnologia in risposta alle priorità attuali e con l’obiettivo di mettere in luce il potenziale del digitale come alleato rispetto alle 6 missioni del Pnrr, Microsoft ha sviluppato un vademecum sulla propria piattaforma digitale – Le opportunità del Pnrr: Microsoft per l’Italia digitale – per aiutare le organizzazioni italiane a orientarsi tra le aree del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e a conoscere iniziative, strumenti e progetti concreti che testimoniano il valore delle nuove tecnologie e l’impegno di Microsoft e dei partner per la transizione digitale e non solo.

Una grande opportunità per le imprese italiane

“Il digitale – commenta Silvia Candiani, ad di Microsoft Italia – dispiega tutto il proprio valore quando si tratta di inaugurare nuovi modelli di collaborazione e valorizzazione del capitale umano, di fare leva su Cloud e dati per infondere intelligenza nei processi verso una nuova produzione di valore, nonché di dare avvio a modelli di business più inclusivi e sostenibili. L’impegno di Microsoft, in sinergia con l’ecosistema dei partner, è quello di aiutare sempre più realtà in Italia a cogliere i benefici del digitale. Si tratta di un’opportunità incredibile per la competitività delle imprese e del nostro Paese, basti pensare che il Pnrr mette a disposizione 191,5 miliardi di euro di fondi, di cui oltre la metà potenzialmente collegati a soluzioni Cloud e digitali. Le esperienze concrete di alcune aziende che hanno già abbracciato il cambiamento dimostrano il potenziale della tecnologia per contribuire alla trasformazione di intere industry”.