Gli azionisti di Twitter fanno causa a Musk

Condividi

Una azione legale collettiva è stata lanciata contro Elon Musk per l’acquisto di una quota di oltre il 9% della piattaforma di social media Twitter. Un’operazione – spiega Adnkronos – che lo ha reso il maggiore azionista della società ma ha anche inevitabilmente provocato un balzo di oltre il 27% delle prezzo delle azioni di Twitter. Tuttavia, lamenta un gruppo di investitori, Musk ha comunicato tardivamente il suo acquisto e questo gli ha permesso di risparmiare circa 143 milioni di dollari. I documenti legali depositati a New York affermano che Musk doveva avvisare la Securities and Exchange Commission entro 10 giorni, ovvero il 24 marzo, dal superamento della quota del 5% in Twitter.

Invece Musk non ha segnalato nulla alla Sec fino al 4 aprile, e di conseguenza, osservano gli investitori, è stato in grado di continuare ad acquistare azioni Twitter a prezzo ‘normale’ fino all’annuncio. Dall’imprenditore sudafricano – che ha rinunciato a entrare nel cda di Twitter – non è arrivato nessun commento.