Wimbledon esclude i tennisti russi. Cremlino: inaccettabile ma ci rimettete

Condividi

I tennisti russi sono stati sospesi dalla partecipazione al torneo di Wimbledon in Gran Bretagna. Lo riporta Bloomberg. Fra gli altri, sarà escluso dal prestigioso campo da tennis britannico il numero due del mondo Daniil Medvedev.

In precedenza, anche i tennisti bielorussi sono stati esclusi dal torneo. Così riferisce Adnkronos.

Tra i maschi ci sono quattro russi classificati tra i primi 30 dell’ATP Tour, incluso il numero 2 Daniil Medvedev, che è il campione degli US Open, che attualmente si sta riprendendo da un’operazione di ernia. La Russia ha cinque donne nella top 40 della classifica WTA, a cominciare dalla numero 15 Anastasia Pavlyuchenkova. La bielorussa Aryna Sabalenka è la numero 4 del mondo ed è stata una semifinalista a Wimbledon l’anno scorso. La sua connazionale Victoria Azarenka, ex numero 1, è ora numero 18.

Daniil Medvedev

L’Open di Francia, che inizierà il mese prossimo ed è il prossimo torneo del Grande Slam in calendario, non ha intenzione di intraprendere la stessa strada, e nemmeno gli US Open, che si terranno a New York tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. E così tutti gli altri tornei. Wimbledon ha invece subito forti pressioni da parte del governo britannico.

L’unico precedente per Wimbledon risale alla seconda guerra mondiale, quando ai giocatori provenienti da Germania e Giappone era stato impedito di partecipare al torneo.

Cremlino: inaccettabile

Una decisione “inaccettabile”. Così il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha commentato durante un punto stampa la notizia, riportata dalla Bbc, secondo cui quest’anno ai tennisti russi e bielorussi non sarà permesso partecipare al torneo di Wimbledon a causa dell’invasione dell’Ucraina. “Ancora una volta, si rendono gli atleti ostaggi di pregiudizi politici, di intrighi politici, di azioni ostili contro il nostro Paese”, ha aggiunto Peskov, sottolineando che, data la qualità dei tennisti russi, a rimetterci sarà lo stesso torneo di Wimbledon.

Vezzali: L’Italia segue le indicazioni del Cio

“Wimbledon va verso l’esclusione dei giocatori russi? Lo sport italiano segue e seguirà le linee del Cio e delle federazioni internazionali. L’Italia è allineata, ha un grande cuore e affronterà la situazione nel migliore dei modi, sempre al fianco degli atleti ucraini”. Sono le parole della sottosegretaria Valentina Vezzali alla conferenza di presentazione degli Internazionali Bnl d’Italia.

“Ieri insieme al presidente del Coni Malagò abbiamo incontrato il presidente del Comitato Olimpico Ucraino Bubka e il ministro dello sport ucraino per ascoltare la loro storia e come intendono muoversi per quanto riguarda il proseguo dell’attività degli atleti ucraini. Abbiamo come Governo dimostrato massima solidarietà all’Ucraina, tantissime federazione stanno ospitando atleti ucraini, abbiamo aperto anche un avviso a supporto degli organismi sportivi per consentire agli atleti ucraini di competere a livello internazionale”, ha aggiunto la Vezzali.