Beppe Grillo (foto Ansa)

M5s si affida a Grillo per gestire la comunicazione

Condividi

Malumori nel Movimento per il compenso – da 200 o 300 mila euro – pattuito

Il Movimento 5 Stelle si affida a Beppe Grillo e al suo blog per potenziare la sua comunicazione. L’accordo è stato annunciato dai pentastellati con una nota, e arriva al termine della visita romana del comico genovese.

Ideazione di campagne, promozione di strategie digitali, produzione video, ma anche organizzazione eventi, produzione di materiali audiovisivi per attività didattica della Scuola di formazione del Movimento, campagne elettorali e varie iniziative politiche: diverse le attività in cui il fondatore del movimento sarà impegnato.
Tra gli obiettivi del coinvolgimento ha anche “anche la promozione delle attività del Movimento all’estero attraverso la partecipazione a convegni, giornate di studio, incontri con personalità scientifiche e istituzionali”.

Conte: Movimento rafforzato

Il nuovo accordo “rafforza il nuovo corso del Movimento 5 Stelle”, ha commentato, conversando con l’Agi, il presidente pentastellato, Giuseppe Conte.
Grillo è il “nostro innovation hunter. Deve aiutarci a ricercare le migliori pratiche, ha aggiunto ancora Conte – sulle priorità” che da sempre sono quelle del Movimento, a partire dalla transizione ecologica.

Malumori per il compenso

Secondo indiscrezioni, l’accordo ha provocato non pochi malumori all’interno del Movimento, specie per il compenso. Il contratto frutterebbe a Grillo un compenso di circa 200mila euro, ma la cifra non trova conferme tra i parlamentari, che invece, segnala Ansa, parlano di un cachet vicino ai 300mila euro.