Federico Capeci

Kantar si espande con Blackwood Seven

Condividi

Kantar continua il suo processo di espansione, mettendo a segno la sua sesta acquisizione da quando Bain Capital ha acquisito una partecipazione di maggioranza nel dicembre 2019, rilevando le quote da Wpp.
A finire nel mirino della società di analisi dei dati e brand consulting, la danese Blackwood Seven, attiva nella misurazione e ottimizzazione del marketing.

Nessun dettaglio commerciale sull’operazione, che dovrebbe concludersi per la fine di aprile. Come spiega la nota stampa che annuncia l’accordo, l’acquisizione si muove nella direzioni di portare al rafforzamento di Kantar nel mercato nella misurazione del return on investment del marketing, con una previsione di mercato di 3 miliardi di dollari entro il 2024 (CAGR del 17% 1 ), accelerando il progetto dell’azienda di offrire una soluzione unificata di misurazione. 

Dal punto di vista operativo, il team di Blackwood Seven si unirà alla Practice Analytics di Kantar, diretta da Chris Petranto. Fondata nel 2013 da Henrik Hasselbalch Busch, Thomas Bertelsen e Carl Erik Kjærsgaard, Blackwood Seven opera misurazioni unificate, basaten sull’intelligenza artificiale e senza l’utilizzo di cookie, che, rimarca la nota, permettono anche la pianificazione in tempo reale e l’ottimizzazione delle campagne in corso d’opera.

Aspetti, questi ultimi, su cui vuole puntare Kantar, come ha rilevato Federico Capeci, managing director Italia, Grecia e Israele: “i marketer al giorno d’oggi necessitano sempre più di una soluzione che combini le informazioni relative sia al processo decisionale strategico che a quello tattico e che sia sostenibile in relazione alla legislazione sulla gestione dei cookie e sulla privacy. Riteniamo che in futuro ciò porterà i budget relativi al ROI del marketing verso soluzioni di misurazione del marketing unificate”.