Philippe Donnet

Generali, il Cda si spacca su Donnet: no da Caltagirone e Cattaneo

Condividi

Sul nome del manager francese si astiene Brogi. Via libera unanime alla nomina di Sironi Presidente

Primo incontro per il nuovo Cda di Generali, con Andrea Sironi e Philippe Donnet che entrano ufficialmente in carica come nuovo presidente e come ceo per il triennio 2022-2024.

A Donnet 10 voti

Ma appena insediato, nella torre di Citylife a Milano, il board è partito già diviso. Se infatti Sironi ha raccolto l’unanimità, non è stato così per Donnet.
Il manager francese, al terzo mandato, ha ottenuto 10 voti su 13, incassando i no di Francesco Caltagirone e Flavio Cattaneo e l’astensione di Marina Brogi, eletta sempre dalla lista dell’imprenditore romano.
A Donnet sono state confermate le previgenti deleghe di poteri e il ruolo di amministratore incaricato del sistema di controllo interno e gestione dei rischi.

I comitati e la vicepresidenza

Il board tornerà a riunirsi per provvedere, in una successiva seduta, a istituire i sei comitati consiliari e nominare i loro componenti. Resta invece aperto il tema della vicepresidenza. Nel precedente Cda il ruolo era ricoperto da Caltagirone, prima che a gennaio si dimettesse da vicepresidente vicario e consigliere, e da Clemente Rebecchini.

La fondazione: Galatieri di Genola presidente

Via libera anche al nuovo organo amministrativo della Fondazione Generali The Human Safety Net Onlus con Gabriele Galateri di Genola, eletto presidente, Simone Bemporad, Cristiano Borean, Philippe Donnet, Aldo Minucci, Monica Alessandra Possa e Lucia Silva.