L’Associazione AMACI ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo

Condividi

Sono Caterina Riva, Direttrice del MACTE Museo di Arte Contemporanea di Termoli, ed Emma Zanella, Direttrice del MA*GA di Gallarate (VA), le due nuovi componenti del Consiglio Direttivo di AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani.

Lo scorso 28 aprile 2022, l’Assemblea dei Soci ha anche confermato come consigliera Elisabetta Barisoni, responsabile di Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia, come vicepresidente Marcella Beccaria, capo curatrice e curatrice delle Collezioni del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, e ha eletto come nuovo presidente Lorenzo Balbi, direttore del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna. Come recita il comunicato stampa dell’Associazione, Greta Gelmini, responsabile affari generali della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, è stata confermata segretario generale.

Da sinistra a destra: Lorenzo Balbi, Presidente, ph. Claudio Cazzara, courtesy MAMbo; Marcella Beccaria, Vicepresidente, ph. Chiara Olivieri Bertola; Elisabetta Barisoni, Consigliere; Caterina Riva, Consigliere, ph. Gianluca Di Ioia; Emma Zanella, Consigliere.

Il neo presidente Lorenzo Balbi, a nome dell’intera Assemblea, ha ringraziato il presidente uscente, Lorenzo Giusti, direttore della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, per la visione impressa all’Associazione nel periodo della sua presidenza e per l’impegno profuso nel corso dei due mandati da membro del Consiglio Direttivo. “Sostenere le politiche museali legate alla contemporaneità, una cultura istituzionale del contemporaneo, promuovere il patrimonio artistico pubblico favorendo lo studio e la diffusione dei linguaggi visivi del contemporaneo in Italia e all’estero – ha dichiarato Balbi – restano naturalmente i punti cardini a partire dai quali tracciare il percorso che vogliamo intraprendere nel prossimo
triennio.”

Il triennio 2019 – 2021 ha infatti visto AMACI affiancare ai propri scopi statutari nuovi obiettivi concreti orientati alla ricerca e alla riflessione sull’entità museo – a livello di identità, ruolo, strategie, operatività – in un contesto critico e in costante evoluzione come quello contemporaneo. L’Associazione oggi è sempre più orientata alla creazione di contenuti utili non solo alle istituzioni ma più in generale alla comunità del contemporaneo.