La partenza del Giro da Budapest (foto LaPresse)

Giro d’Italia al via: 200 paesi collegati per seguire la corsa Rosa

Condividi

Per la prima volta Rcs Sport gestisce direttamente la produzione tv, affidandola a Emg Group. “Svolta epocale” la definisce Bellino

Prende il via dall’Ungheria il Giro d’Italia numero 105. L’edizione 2022, dopo lo slittamento a ottobre nel 2020, e lo svolgimento a “porte chiuse” l’anno scorso, torna a pieno regime, senza le limitazioni imposte dalla pandemia.

Bellino: produzione tv gestita direttamente

Per la prima volta, la regia dell’evento non è targata Rai. Rcs Sport l’ha infatti affidata a Emg Group, gruppo internazionale di produzione, con all’attivo collaborazioni con spettacoli per vivo e altre manifestazioni sportive – dal golf alla Formula1, al Tour de France, per restare nell’ambito della bici.
“Quella che stiamo vivendo è una svolta epocale”, ha sottolineato Paolo Bellino, ceo di Rcs Sport. “Abbiamo deciso di gestire direttamente la produzione televisiva per la prima volta nella storia del Giro: ci è sembrato il momento giusto, per compiere questo importante passo, perché è naturale conseguenza degli organizzatori di grandi eventi”.

Paolo Bellino (Foto LaPresse)
Paolo Bellino (Foto LaPresse)

Parnership di tre anni

La partnership prevede una collaborazione triennale, per tutte le competizioni ciclistiche italiane di Rcs Sport.
Quasi una cinquantina di mezzi, tra cui tre main truck, 10 camere, 6 moto audio/video e 4 moto audio, oltre a 2 elicotteri dotati di camere cineflex, sono i numeri che raccontano il sistema messo in campo per la corsa Rosa da Emg Italy, impegnata in jv con le divisioni di Belgio e Francia.

Dove seguire il Giro d’Italia

Sono 200 i paesi in tutto il mondo collegati per seguire il Giro. In Italia il racconto del giro è visibile in chiaro sulla Rai, che ne ha acquistato i diritti esclusivi per i prossimi 5 anni. Warner Bros. Discovery trasmetterà la corsa su Eurosport e in diretta integrale su discovery+ e GCN+

Fuori dal nostro paese, la copertura in chiaro dell’evento è affidata nel Canton Ticino a RSI, a EITB nei Paesi Baschi, a S4C in Galles e MTVA sul canale M4 Sport in Ungheria per le tappe della “Grande Partenza”.
In USA il Giro d’Italia si potrà seguire su BeIN Sport, mentre in Sud America su Direct TV, in esclusiva con l’eccezione della Colombia in cui la diretta verrà assicurata anche da Caracol, in chiaro. I tifosi in Giappone potranno seguire la gara su J Sport, in Australia su SBS e Viceland, in Nuova Zelanda su SKY Sport, mentre in Africa Subsahariana su Supersport.
In tutto il mondo la corsa rosa sarà trasmessa su GCN+ e Discovery+.