Fontana e Malagò (foto Sondriotoday)

Fontana e Malagò: Milano-Cortina Giochi della sostenibilità. Da Lombardia 575 mln di investimenti

Condividi

Illustrare i progetti e le opportunità delle Olimpiadi invernali 2026, con i relativi vantaggi e le ricadute economiche e occupazionali. È l’obiettivo della ‘due-giorni’ organizzata in Valtellina, oggi a Sondrio e domani a Bormio, dalla Fondazione-Cortina 2026 e da Regione Lombardia per un confronto con le istituzioni e gli stakeholder del territorio.

Al primo appuntamento hanno preso parte nel pomeriggio, alla sede della Provincia di Sondrio, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e il presidente della Fondazione Milano-Cortina 2026 Giovanni Malagò. “Il nostro è un progetto olimpico e paralimpico, che si basa sui principi della sostenibilità, della flessibilità e dell’accessibilità”, ha detto- ripreso da Adnkronos – Fontana, sottolineando che “guardando nello specifico a quanto messo in campo da Regione Lombardia, l’impegno è davvero ingente: circa 575 milioni di investimenti per le opere infrastrutturali e della mobilità e per gli impianti sportivi”.

“Ci poniamo obiettivi significativi – ha aggiunto il presidente rivolgendosi agli stakeholder – a partire dall’indotto occupazionale, per arrivare al potenziamento dei territori con particolare attenzione al turismo, al commercio, alla valorizzazione delle peculiarità culturali ed enogastronomiche delle nostre aree geografiche”. Il presidente della Regione ha quindi spiegato che grazie alle Olimpiadi, non solo l’asse Milano-Valtellina godrà dei benefici di questo evento, ma tutta la Lombardia potrà contare su ricadute importanti in termini infrastrutturali ed economici.

“I territori – ha osservato Malagò – sono gli assoluti protagonisti di un appuntamento come questo. Senza il valore e il supporto dei territori non avremmo mai raggiunto l’obiettivo. Abbiamo avuto l’intuizione e la capacità di far comprendere a chi doveva decidere, quanto uniche e inimitabili siano le eccellenze della Valtellina e delle altre aree geografiche che ospiteranno i Giochi invernali 2026″. “Fondamentale poi, come ha ben sottolineato il presidente della Regione Lombardia, il tema della sostenibilità. Una sostenibilità che deve essere innanzitutto ambientale, ma anche sociale ed economica. Senza questi elementi tutto ciò non sarebbe possibile”, ha concluso Malagò.