Dove va l’editoria? Tra nuovi generi e formati, canali e social network

Condividi

Nei primi quattro mesi del 2022 l’editoria italiana di varia, ovvero romanzi e saggi venduti nelle librerie fisiche e online e nella grande distribuzione, è in flessione del 3,7% a valore e del 2,5% a numero di copie rispetto ai primi quattro mesi del 2021, che avevano registrato un andamento particolarmente positivo. Le vendite a prezzo di copertina nelle prime sedici settimane sono state pari a 469,1 milioni di euro, le copie vendute 31,585 milioni. L’incremento rispetto ai primi quattro mesi del 2019, ovvero rispetto al periodo pre-pandemia, è del 16% a valore e del 17,1% a numero di copie.

Sono i dati rielaborati dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su rilevazione di Nielsen BookScan, aggiornati mensilmente e disponibili online nella pagina Studi e ricerche del sito AIE.

A partire dai dati di mercato e in collaborazione con il programma Aldus Up finanziato dalla Commissione Europea attraverso Europa Creativa, AIE annuncia una mattinata di confronto tra editori sul futuro del settore in occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino.

L’incontro “Il mercato del libro nei primi quattro mesi del 2022. Nuovi generi e formati, la rivoluzione dei canali e social network: dove va l’editoria” si tiene venerdì 20 maggio dalle 11.00 alle 12.30 in Sala Blu. Con la moderazione di Sabina Minardi (L’Espresso) e sulla base dei numeri presentati da Gianni Peresson (ufficio studi AIE) si confronteranno sul palco due panel. Il primo, composto da Sandro Ferri (Edizioni E/O), Renata Gorgani (Editrice Il Castoro), Giuseppe Laterza (Editori Laterza) e Stefano Mauri (GEMS) dibatterà sul tema “Il futuro dell’editoria: i canali di vendita e l’offerta editoriale nel post pandemia”. Il secondo, composto da Lorenzo Armando (Lexis Compagnia Editoriale in Torino), Alessandra Carra (Giangiacomo Feltrinelli Editore), Antonio Sellerio (Sellerio Editore), Enrico Selva Coddè (Gruppo Mondadori) dibatterà sul tema “Il futuro dell’editoria: nuovi generi, i formati digitali e la promozione in Rete”.

“Vogliamo andare oltre ai semplici numeri di mercato per riflettere sulle trasformazioni che ci aspettano nei prossimi anni – spiega il presidente di AIE Ricardo Franco Levi, che introdurrà l’incontro –. Il peso dei diversi canali nelle vendite, l’imporsi di generi come i fumetti e nuovi formati come l’audiolibro, la promozione della lettura tra i più giovani e la ricerca dei canali più adatti per raggiungerli sono tutti temi che vogliamo portare alla luce della riflessione pubblica”.