Fuortes al Copasir, UsigRai: grave. Su ospiti scelgono i responsabili giornalistici

Condividi

Il sindacato dei giornalisti prende posizione sull’audizione dell’ad Rai in programma al Copasir

Giovedì 12 maggio l’amministratore delegato della Rai, Carlo Fuortes sarà in audizione al Copasir per affrontare il tema del ruolo dei gornalisti russi nelle trasmissioni del servizio pubblico. L’incontro, al quale seguirà anche un colloquio con il presidente Agcom, Giacomo Lasorella, ha attirato l’attenzione dell’UsigRai, che ha detto la sua in una nota.

Convocazione al Copasir “grave precedente”

La convocazione dell’amministratore delegato Rai al Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica è “un precedente grave”, scrive in una nota il sindacato, mettendo in guardia sul fatto che la scelta degli ospiti non debba essere confusa con il tema del pagamento di quanti prendono parte alle trasmissioni.
“E’ opportuno ricordare che la Rai è azienda di Servizio Pubblico e non tv di Stato. Quindi, rimarca UsigRai, la scelta degli ospiti da invitare deve restare nella sua esclusiva autonomia, in quella di direttrici e direttori di tg e radio, e dei responsabili delle trasmissioni di approfondimento”.

“Confondere questo tema con quello del pagamento degli ospiti è operazione di distrazione che serve a creare confusione. Per quel che ci riguarda le interviste e le opinioni non devono mai essere a pagamento. Ma la scelta degli intervistati e degli opinionisti è competenza esclusiva dei responsabili giornalistici”.