Elon Musk (foto Ansa)

Twitter-Musk: accordo temporaneamente sospeso

Condividi

A mettere in stop l’operazione, la necessità di verificare il numero di account spam/fake presenti sul social

L’accordo con Twitter è “temporaneamente sospeso”, ma resta l’intenzione di portare a termine l’operazione. A scriverlo è Elon Musk in persona, con due cinguettii direttamente sul suo profilo social.

A motivare lo stop all’operazione da 44 miliardi di dollari, la necessità di avere dettagli sul numero di account spam o fake che “rappresentino meno del 5% degli utenti”. L’imprenditore ha linkato un post di inizio maggio dell’agenzia Reuters, dove appunto venivano segnalate le stime rilasciate dal social.

Sul tema spam e bot Musk aveva già fatto intendere un particolare interesse al momento dell’annuncio dell’acquisizione, indicandoli come uno dei campi su cui avrebbe agito.

L’annuncio dell’imprenditore ha scatenato la borsa. Le azioni di Twitter, riporta Bloomberg, sono crollate rapidamente nel pre-market, mentre quelle di Tesla sono salite. E il titolo del social non ha ripreso quota nemmeno dopo il confermato impegno di Musk.

Clausola da 1 miliardo

L’accordo per Twitter prevede una clausola di risoluzione da un miliardo di dollari che Musk dovrebbe pagare nel caso in cui si tirasse indietro. Non è chiaro tuttavia come tale condizione verrebbe applicata se alla base della rottura ci fosse la convinzione del ceo di Tesla che i dati sugli utenti di Twitter non sono corretti.