Giancarlo Giorgetti (Foto LaPresse)

Giorgetti su eSports: temo che i ragazzi preferiscano rovinarsi il cervello che fare sport

Condividi

“La vera sfida del futuro è che lo sport deve rivaleggiare con gli e-sports. L’idea che ci siano addirittura delle Olimpiadi, che i ragazzi preferiscano stare lì a rovinarsi il cervello invece di fare lo sport tradizionale a me fa paura. Hanno la stessa dignità? Forse sì, ma l’effetto è diverso. A me sembra sport virtuale. Magari sbaglio io… A me non sembra normale…”.

Lo ha detto ieri , ripreso da Adnkronos, il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, al talk “Vita da campioni” presso WeSportUp, nell’ambito degli Internazionali d’Italia in corso al Foro Italico insieme al presidente della Federtennis Angelo Binaghi e al presidente e ad di Sport e Salute Vito Cozzoli che si è detto d’accordo con il ministro Giorgetti sul tema eSports ma ha anche rilanciato: “gli eSports sono un traino per avvicinare i ragazzi agli sport di base è la scommessa che vogliamo affrontare e vincere. WeSPortUp può diventare un driver anche per questo”, ha sottolineato Cozzoli.