Nick Read (Foto Ansa)

Vodafone: obiettivo migliorare rendimenti attraverso crescita. In Italia trend in recupero

Condividi

Buona performance per Vodafone che annuncia oggi i risultati preliminari dell’Anno Finanziario 2022 (Fy 22) che mostrano una crescita dei ricavi sia in Europa che in Africa durante tutto l’anno. Buona performance finanziaria in Germania con una crescita dei ricavi da servizi dell’1,1% e una crescita dell’ebitdaaL rettificato del 6,5%. Forte aumento del Roce ante imposte di 1,7 punti percentuali al 7,2%, sostenuto da una crescita dell’utile operativo dell’11,1%.

In Fy 22 Vodafone registra ricavi del gruppo in aumento del 4,0% a 45,6 miliardi di euro, trainati dalla crescita dei ricavi dei servizi in Europa e Africa. Il player registra la crescita dell’Ebitdaal rettificato del 5,0% a 15,2 miliardi di euro, trainata da una buona crescita dei ricavi e da costi costanti risparmio del programma di trasformazione. Free cash flow rettificato di 5,4 miliardi di euro, con una crescita consentita dall’incremento dell’Ebitdaal rettificato. I dividendi totali per azione sono di 9,0 centesimi di euro, incluso un dividendo finale per azione di 4,5 centesimi di euro.

“Abbiamo ottenuto una buona performance finanziaria nell’anno con una crescita di ricavi, profitti e flussi di cassa, in linea con la nostra ambizioni finanziarie a medio termine”. A sottolinearlo è Nick Read, Group Chief Executive di Vodafone che commenta così i dati preliminari globali dell’anno finanziario Fy 22 difusi oggi. “La nostra crescita organica – rileva il manager- ha sostenuto un cambiamento radicale nel nostro ritorno sul capitale, che è migliorato di 170 punti base al 7,2%. Anche se non siamo immuni dalle sfide macroeconomiche in Europa e in Africa, noi siamo ben posizionati per gestirli e prevediamo di ottenere una performance finanziaria resiliente nel prossimo anno”.

“Le nostre priorità operative e di portafoglio a breve termine – continua Read- rimangono invariate rispetto a quelle comunicate 6 mesi fa. Noi sono focalizzati sul miglioramento della performance commerciale in Germania, perseguendo attivamente le opportunità con Vantage Towers e rafforzare le nostre posizioni di mercato in Europa. Queste azioni, insieme alla semplificazione del ns portafoglio e la continua realizzazione della nostra strategia di crescita organica creeranno ulteriore valore per i nostri azionisti”.

“La nostra strategia si concentra sulla guida dei rendimenti degli azionisti attraverso la crescita” mentre “la nostra visione di diventare un fornitore di connettività e servizi digitali di nuova generazione per l’Europa e l’Africa, favorendo una società digitale inclusiva e sostenibile”. Lo sottolinea Vodafone nella nota con cui ha diffuso i dati preliminari sull’anno finanziario 2022.

Nell’ultimo esercizio – che si è chiuso il 31 marzo – Vodafone segnala di “aver fatto buoni progressi nella nostra strategia” puntando soprattutto su un migliore rapporto con la clientela con un minore tasso di abbandono , un maggiore investimento di capitale con miglioramenti in qualità della rete e una crescente penetrazione dei servizi finanziari in Africa”. Il risultato – si sottolinea – “è il più alto margine EBITDAaL rettificato nell’ultimo decennio”.

“I passi avanti sulla nostra strategia ci hanno consentito di realizzare le nostre ambizioni finanziarie a medio termine con una crescita del Roce ante imposte al 7,2%” segnala il gruppo.

In Italia trend in recupero


Vodafone Italia conferma il miglioramento del trend mese dopo mese e chiude l’anno fiscale al 31 marzo 2022 con ricavi da servizi che nell’ultimo trimestre hanno contenuto il calo allo 0,8%. Nell’intero anno i ricavi da servizi si sono attestati a 4.379 milioni di euro (-1,8%) e i ricavi totali sono rimasti stabili a 5 miliardi di euro (per la compensazione di maggiori ricavi per apparecchiature). L’Ebitda, pari a 1.699 milioni di euro, è in crescita del 6,4% (grazie a 105 milioni di euro di una transazione legale una tantum, senza la quale sarebbe stabile). I ricavi da servizi di rete fissa, pari a 1.238 milioni di euro, crescono del 2% e i clienti in banda larga sono 3,1 milioni, in crescita dell’1,9% rispetto all’anno precedente.

La performance dell’anno, spiega una nota, “risulta influenzata in particolare dalla perdurante intensità competitiva soprattutto nel segmento mobile, parzialmente compensata dalla crescita dei segmenti wholesale e rete fissa”. Le città coperte con tecnologia 5G sono 60. I servizi in fibra di Vodafone raggiungono 25,9 milioni di famiglie e imprese. La copertura FWA (Fixed Wirelss Access) è disponibile in 5.000 comuni in tutte le regioni italiane, pari a 3,1 milioni di famiglie. Il gruppo ricorda inoltre di aver aderito con Vodafone Businessal piano Voucher promosso dal MiSE per accelerare la digitalizzazione delle PMI in Italia, attraverso il quale le microimprese e le PMI possono richiedere bonus fino a 2.500 euro per l’attivazione di contratti di connettività con velocità in download anche superiori a 1 Gbps.