Arnaud de Puyfontaine (Foto Ansa)

Vivendi si riorganizza: nuovo consiglio di gestione e una fondazione

Condividi

La media company ha annunciato un nuovo assetto. De Puyfontaine confermato presidente del consiglio di gestione

Novità in casa Vivendi. La media company francese ha annunciato l’avvio di una riorganizzazione interna che ha come obiettivo quello di “sostenere tutte le attività del Gruppo nelle loro principali priorità strategiche, aiutarle a evolversi, diventare più internazionali e lavorare insieme per creare valore”.

Consiglio di gestione

Il 24 giugno entrerà in carica il consiglio di gestione rinnovato, guidato da Arnaud de Puyfontaine (nella foto), riconfermato presidente. Con lui Frédéric Crépin, consigliere generale, François Laroze che sarà nominato direttore finanziario e manterrà lo stesso incarico in Havas. In consiglio anche Claire Léost, presidente di Prisma Media e Céline Merle-Béral, che sarà nominata responsabile delle risorse umane e della ‘Corporate Culture’. La manager manterrà il proprio ruolo in Havas con un “adattamento organizzativo”. La lista si completa con Maxime Saada, presidente e amministratore delegato di Canal+ e Dailymotion.

Comitato esecutivo

Nel nuovo assetto anche un nuovo comitato esecutivo, “che, ha spiegato Yannick Bollore’, presidente del consiglio di sorveglianza, “riunisce una varietà di talenti e competenze provenienti da tutto il gruppo”.
Con de Puyfontaine e i membri del consiglio di gestione, il nuovo comitato per ora è composto da: Raphael de Andreis, presidente di Havas in Francia e Sud Europa, che lavorerà con de Puyfontaine focalizzandosi sull’Italia e su progetti che coinvolgono più attività; Hala Baviere, che sarà nominata ceo di Vivendi Village; Michele Benbunan, ceo di Editis, che affiancherà de Puyfontaine nel settore editoria; Lorella Gessa, che sarà nominata capo della comunicazione di Vivendi; Félicité Herzog, Chief Strategy and Innovation Officer di Vivendi; Caroline Le Masne, capo dell’ufficio legale e compliance e del gruppo e Michel Sibony, Chief Value Officer di Vivendi.

“Questi due organi, ha spiegato ancora Bollorè, sono perfettamente in linea con il nostro piano ‘New Vivendi’, ci consentiranno di accelerare la trasformazione, internazionalizzazione e integrazione di tutte le nostre attivita”.

La Vivendi Foundation

Vivendio ha poi presentato la Vivendi Foundation, presieduta da Stephane Rousse, che riunirà i programmi di solidarietà del Gruppo, come ‘Create Joy’ e le sue partnership associative in Europa e in Africa.
“La creazione della Fondazione Vivendi è un potente simbolo del nuovo slancio che vogliamo dare al nostro gruppo e al nostro impegno sociale e ambientale, che si è costantemente rafforzato nel corso degli anni negli ultimi anni’, ha segnalato Bollorè.