Davide Galli nominato presidente di Confidi Systema

Condividi

Confidi Systema!, intermediario finanziario vigilato da Banca d’Italia, ha annunciato che Davide Galli, 63 anni di Golasecca, titolare di una impresa del settore della Meccanica con sede a Gallarate, assumerà la carica di presidente della società. Profondo conoscitore delle imprese del territorio già amministratore di ConfidiSystema e presidente di Confartigianato Imprese Varese, guiderà la società per il triennio 2022-2024. Come riporta un comunicato stampa diramato dalla società il 26 maggio 2022, Davide Galli succede all’imprenditore milanese Alessandro Spada, attuale presidente di Assolombarda.

Da sinistra: Alessandro Spada, presidente di Assolombarda, e Davide Galli, presidente di Confidi Systema!

“Considero Confidi Systema! una seconda casa per ogni imprenditore e un posto ove trovare soluzioni accessibili per soddisfare esigenze concrete, valorizzando l’impresa in ogni momento della sua esistenza. L’impegno quotidiano su cui lavoreremo insieme fin da subito è proseguire nel progetto di rafforzamento della mission della Società, esplorando nuovi territori e nuovi ambiti operativi modellati sulle peculiarità delle PMI”, ha dichiarato il neo presidente Galli.

Con il nuovo presidente si rinnova il mandato amministrativo del prossimo triennio anche per l’intera squadra, che vede otto conferme e tre nuovi ingressi nel Consiglio di Amministrazione. Il Consiglio di Amministrazione della Società per il triennio 2022-2024 risulta così composto: Davide Galli (presidente), Anna Lambiase (vice presidente), Marilena Bolli, Lorenzo Capelli, Marco Crespi, Marco Galimberti, Claudio Gervasoni, Matteo Lasagna, Eugenio Massetti, Antonello Regazzoni e Massimo Rivoltini (consiglieri).

L’Assemblea dei Soci – in seduta straordinaria – ha approvato il progetto di fusione con la Cooperativa Artigiana di Garanzia di Bergamo come naturale evoluzione di una partnership avviata da tempo. Il 2021 ha visto anche concludersi due operazioni societarie: da un lato il completamento della riforma delle reti commerciali con l’acquisizione dei rami d’azienda delle agenzie in attività finanziaria di matrice associativa, dall’altro la fusione per incorporazione di Confartigianato Fidi Forlì Cesena verso la formula della Bottega finanziaria 4.0 quale progetto specifico per le imprese locali.

“Il Piano Industriale 2022-2024, di cui oggi abbiamo già tracciato le linee guida, consolida questo patrimonio di servizio alle imprese, rende permanenti linee di business introdotte negli ultimi mesi avvicinando il risparmio all’economia reale contribuendo a creare un sistema d’offerta che integri quella Bancaria nella prospettiva di un servizio sempre più efficiente ed efficace mescolando il valore di Persone, Territori, Tecnologia e Mercati Finanziari”, conclude Davide Galli.