Elon Musk (foto LaPresse)

Twitter, gli investitori fanno causa a Musk per manipolazione del mercato

Condividi

Per l’accusa Musk avrebbe risparmiato più di 150 milioni di dollari ritardando le comunicazioni alla Sec

Alcuni investitori di Twitter fanno causa a Elon Musk. Alla base della decisione il ritardo con cui l’imprenditore ha comunicato alla Sec, la Consob statunitense, la sua partecipazione nella società di social media.

Gli investitori sostengono che Musk abbia risparmiato 156 milioni di dollari non rivelando di aver acquistato più del 5% di Twitter entro il 14 marzo. Inoltre, Musk il fondatore di Tesla ha continuato ad acquistare azioni anche successivamente e alla fine, solo all’inizio di aprile, ha reso noto di possedere il 9,2% della società. “Ritardando la comunicazione della sua partecipazione in Twitter, Musk ha manipolato il mercato e ha acquistato azioni di Twitter a un prezzo artificialmente basso”, si legge nell’azione legale, depositata in un tribunale federale della California.

Richiesta di chiarimenti anche dalla Sec

Intanto anche l’organismo che vigila sul mercato azionario si è mosso. La Sec ha chiesto informazioni sulla tempistica e sulle modalità della sua comunicazione della quota in Twitter.
Secondo l’authority Musk non sembra aver comunicato tempestivamente l’operazione, nei 10 giorni previsti dalla legge.

Accordo ‘temporaneamente sospeso’

Si complica sempre di più l’operazione da 44 miliardi di dollari che dovrebbe portare Musk ad assumere il controllo del social. Condizionale d’obbligo visto che, ricordiamo, qualche giorno fa, è stato lo stesso Musk a mettere in stand by l’accordo per delle verifiche relative al numero di account falsi in circolo su Twitter.