Stefano Coletta (foto LaPresse)

Coletta: proveremo a rompere l’identità monolitica dei canali Rai

Condividi

“Per i palinsesti autunnali stiamo lavorando per conservare la salute piena di Rai1, dove andremo sul tradizionale, puntando sui target recuperati”. Lo ha detto, ripreso da Ansa, il direttore dell’Intrattenimento del prime time Rai, Stefano Coletta, in occasione della presentazione del palinsesto estivo.

“Rai2 deve diventare la terra che deve reilluminarsi come ultima chiamata – ha aggiunto -. Riproporremo personaggi e marchi che devono interrogare il pubblico, non solo i giovani. Deve anche essere ‘politically scorrect’ e portare la freschezza di nuovi volti. I quattro volti dell’estate, insieme a tanti altri, comporranno una squadra effervescente. Ci sono titoli che vi stuzzicheranno, con grande vivacità e allegria. Sui Rai3, con la nuova struttura dei generi proveremo a rompere l’identità monolitica dei canali, mettendo dentro cose meno prevedili che il fruitore non si aspetta su quel canale”.

L’organizzazione per generi – ha aggiunto – “è un sovvertimento metodologico. E’ un passaggio inedito per tutti noi. Il fatto di dover guardare a tre reti contemporaneamente richiede mille attenzioni e devi sapere quale identità dare al canale e armonizzarlo con gli altri. E’ un lavoro che ha mille rischi e lo si fa con grandissima attenzione”. “Non ho mai avuto paura di sperimentare – ha aggiunto -, sono stato attaccato in tutti i modi, ma ora mi prendo il merito di aver portato Rai1 a risultati che vanno oltre i numeri, altrimenti continuiamo a fare sempre le stesse cose. Se una rete la mantieni monotematica a un certo punto crollerà da sola”.