Giacomo Moletto

Per Hearst Italia il primo trimestre è positivo

Condividi

Hearst Italia non è solita fornire dati sul suo business, ma questa volta il ceo Giacomo Moletto ha voluto diffondere i risultati del primo trimestre 2022 a sostegno della nuova strategia adottata dopo la pesante ristrutturazione del luglio 2021, che ha dimezzato i dipendenti, e per dichiarare l’uscita dalla fase di transizione finalizzata alla creazione di una nuova organizzazione aziendale e alla modernizzazione della struttura.
In questi mesi Hearst Italia ha, tra l’altro, rimodellato il lavoro delle redazioni promuovendo dall’intermo o assumendo dall’esterno nuove figure giornalistiche che hanno il ruolo di sviluppare la sfera digitale dei brand in integrazione con la carta, come nel caso di Elle che verrà rilanciata il 7 giugno dopo una totale revisione grafica e un adeguamento della formula.
Con la premessa che “la crescita è trainata dal fatturato advertising”, un comunicato rende noto che il primo trimestre si è chiuso con “un +9% di ricavi complessivi rispetto allo stesso periodo del 2021, con una crescita significativa sia nella pubblicità nazionale digital, ancora una volta a doppia cifra, +16%, sia nella pubblicità nazionale print che si attesta al +6%. In decisa crescita anche Hearst Global Solutions, la divisione del gruppo che si occupa di raccolta pubblicitaria internazionale, che registra un +44%. Un dato che conferma Hearst Italia come interlocutore chiave per gli investimenti di comunicazione globale o multipaese”.
“Questa crescita”, continua la nota, “porta a un risultato operativo consolidato positivo di 1,9 milioni di euro nel primo trimestre 2022, in netto aumento rispetto al primo trimestre 2021. Torna positivo il risultato operativo del business media nazionale, pari a 0,4 milioni di euro nel primo trimestre, e continua il rafforzamento del business adv internazionale, pari a 1,5 milioni di euro”.
“Questi numeri sono la conferma che la visione del gruppo, che coniuga punto di vista globale e esecuzione locale, sta dando risultati eccellenti e rafforzano la nostra convinzione nell’investire sul new business e sulla crescita futura”, commenta Moletto, ricordando la recente integrazione nel portafoglio dell’azienda dei mensili Men’s Health e Runner’s World e anticipando: “Con il contributo di tutte le divisioni, stiamo lavorando alla messa a terra di un piano di innovazione nei processi e nei prodotti”.