Festival dell’economia. Eco-attivisti irrompono la teatro sociale

Condividi

“Le chiacchiere stanno a zero, le emissioni no”, così una decina di attivisti di Extinction Rebellion hanno interrotto la conferenza sulla Transizione Ecologica che si stava tenendo al Teatro Sociale di Trento e dove era prevista la presenza del ministro Roberto Cingolani che però ha dato forfait. E’ quanto riporta Il Dolomiti.

Mentre alcuni militanti si sono incollati al palco del teatro, altri giovani che si trovavano sui palchetti hanno srotolato uno striscione di 4 metri che recitava: “Crisi climatica ed ecologica”. Sul pubblico della platea sono invece piovuti alcuni volantini. Le persone sono state circondate dalla sicurezza, ma hanno mantenuto un atteggiamento nonviolento per tutto il corso dell’azione. Alcuni relatori hanno anche condiviso le ragioni della protesta.

VIDEO: Nel video si vedono i giovani che leggono i loro proclami e Fabio Tamburini, direttore del Sole 24 Ore e responsabile del Festival dell’Economia che interviene per evitare che i ragazzi vengano messi a tacere dal servizio d’ordine. Mettendosi d’accordo perchè alla fine del loro intervento riprendessero i lavori e così è stato.

Nel frattempo un’attivista ha letto un discorso incentrato sui pericoli della crisi climatica incombente. “Le proposte di Extinction Rebellion – rivendicano i militanti – sono uno strumento concreto per deliberare in modo democratico sulla Transizione Ecologica, mentre l’operato del governo si basa su chiacchiere senza fondamento. A oggi il Pnrr italiano e la fetta che spetta al Trentino non è che una pioggia di sovvenzioni per favorire le grandi opere come la circonvallazione ferroviaria, che di fatto non consentirà la transizione ecologica ma addirittura potrebbe aggravare l’impatto climatico di Italia e Trentino”.

Gli attivisti chiedono a Cingolani di rispondere alla lettera che gli è stata inviata lo scorso 22 aprile. Nella lettera si chiede con urgenza di istituire un’Assemblea di cittadini sul tema delle politiche energetiche, fornendo al Ministero anche un piano dettagliato con ipotesi di budget. “Il ministro che fra un viaggio in Africa e l’altro per procurarsi nuovi contratti di gas – dicono da Extinction Rebellion – non ha trovato un minuto per parlare al pubblico di Trento di Transizione Ecologica e si è sottratto al dibattito, dovrebbe ammettere che il Pnrr non è orientato verso la transizione ecologica”. Solo alla fine della conferenza le persone sono state staccate dal palco con l’uso di un solvente.

Nella giornata di ieri, 3 giugno, 5 attivisti della campagna Ultima Generazione, ai quali si sono unite 3 persone vicine a Extinction Rebellion, avevano bloccato il traffico in via Rosmini per protestare contro l’intervento del ministro della transizione ecologica Cingolani al Festival dell’economia.