Danone sceglie Wavemeker. In Italia l’incarico rimane a Mindshare e si allarga al digital

Condividi

Danone sceglie Wavemaker. E, più in generale e per quello che riguarda l’Italia, di rinforzare la partnership con GroupM e Mindshare, che già seguiva il cliente.

Si è conclusa senza l’annuncio ufficiale dell’azienda, la gara indetta da Danone per verificare i propri partner media. Danone ha dunque deciso di affidarsi a Wavemaker a livello internazionale.

Roberto Binaghi

Ma con Mindshare – la centrale che in Italia è guidata da Roberto Binaghi – che ora continuerà a seguire il gigante degli yogurt (ma anche della lanciatissima linea Alpro e di tante altri brand nel nostro Paese) allargando la gestione che prima riguardava l’offline anche al digital.