Fabrizio Piscopo a capo della pubblicità di ITsART

Condividi

Il secondo anno dal lancio di ITsART, la piattaforma streaming che offre contenuti dedicati all’arte e alla cultura italiana, si apre all’insegna di una serie di iniziative progettuali volte a proiettarla anche nel mondo dell’imprenditoria italiana e dell’entertainment culturale. Un cambio di passo in ITsART che si concretizza con l’ingresso di due professionisti del settore pubblicitario, Fabrizio Piscopo, già general manager di Discovery Media, amministratore delagato di Rai Pubblicità e SKY Pubblicità, e di Federica Casagrande che ha lavorato per oltre 15 anni in Sky Media nelle iniziative speciali e nelle attività di brand solution. Le nomine sono state annunciate il 9 giugno 2022 con un comunicato stampa della società.

Come dichiara lo stesso Piscopo, capo della funzione AD Sales, “il target di riferimento di ITsART si colloca in una fascia alta; la piattaforma si presta molto bene a interessanti soluzioni pubblicitarie e di brand integration. Operazioni fondamentali per innescare e supportare un virtuoso rilancio delle eccellenze del nostro Paese in un momento così delicato e nel quale l’Italia dovrebbe realmente puntare ed investire nella valorizzazione del proprio patrimonio”.

L’offerta si concentrerà sulla valorizzazione delle eccellenze italiane, raccontando i marchi che hanno reso l’Italia famosa nel mondo, i grandi imprenditori e il made in Italy. Inoltre, particolare attenzione verrà data ai temi sensibili della sostenibilità e dell’inclusione grazie al sostegno del MiC e di CDP, al quale le aziende desiderano essere associate per rafforzare e consolidare la propria reputazione.

Già disponibile, oltre che in Italia, nel Regno Unito e in tutti i paesi dell’Unione Europea, ITsART ambisce ad aprirsi al mercato globale, rappresentando un sigillo di qualità per i contenuti legati all’arte e alla cultura italiana, nonché come strumento concreto a supporto della trasformazione digitale dell’industry, attraverso l’identificazione di diversi linguaggi d’interesse.

Tra le novità, il restyling della piattaforma, che riserva una user experience più intuitiva e una più agile classificazione dei contenuti, e una proposta editoriale maggiormente focalizzata sulla qualità. Se da un lato le esclusive, i live streaming, i contenuti premium e le partnership più prestigiose orientano il focus dell’offerta, dall’altro ITsART passa dall’essere una piattaforma puramente distributiva a soggetto attivo nelle produzioni e nelle co-produzioni, con l’intento di esplorare la cultura in tutte le sue forme, attraverso uno storytelling che coinvolga i grandi nomi dell’arte e della cultura, ma anche dell’imprenditoria e del design italiano.